Quotidiani locali

«Noi dormiamo con un maialino nel lettone» - Video

Arianna e Giacomo vivono con tre suini: «Sono intelligenti e affettuosi come i cani»

Tre porcellini in famiglia: Giacomo spiega il perché di questo affetto Arianna e Giacomo vivono con tre suini: "Sono animali molto intelligenti e affettuosi" (video di Cesare Bonifazi Martinozzi) - L'ARTICOLO

MASSAROSA. Lungo la via del Brentino, al confine tra Massarosa e Viareggio, c’è una famiglia speciale. Arianna Fortuna e il suo compagno Giacomo Mazzone si definiscono proprio così, una famiglia. Sono sei: due umani, una gatta e tre maiali. I tre suini (due nani e un incrocio) sono veri e propri animali da compagnia: sono coccolati, accarezzati, baciati e da piccoli, proprio come i bambini, dormono nel lettone. «Sono i nostri animali domestici - racconta Arianna - sono molto intelligenti e ci fanno compagnia come fossero dei cani: ci seguono sempre e sanno essere affettuosi».

C’è Theodora, la più grande, ha tre anni, la mezzana si chiama Maggie e l’ultimo arrivato è Beebop: ha il babbo maiale e la mamma “cinghiala”. Tutti salvati da allevamenti illegali tra Livorno e Pisa. La gatta non gradisce troppo, ma cerca di farsi gli affari suoi: a volte si appisola accanto a uno dei tre ma cerca di rimarcare la propria diversità. Nella loro casa c’è un grande giardino dove possono scorrazzare e giocare: una pozzanghera dove possono bagnarsi e sguazzare, il loro ulivo preferito dove dormono quando fa caldo in estate e due piccoli recinti. «Servono solo per dividerli quando mangiano - spiegano - i grandi altrimenti non fanno mangiare il più piccolo».

La scelta di Arianna e Giacomo nasce dall’amore per gli animali: sono entrambi vegani e quando hanno scelto di averne uno per casa hanno preso la decisione di non comprarlo da un allevamento ma di salvarlo da morte certa. «Abbiamo pensato che sarebbe stato bello avere un maiale - racconta Giacomo - Tre anni fa andammo in questo allevamento abusivo a Livorno e da lì presi la Theodora».

Quando era piccola saliva sul letto e dormiva con loro, veniva portata in giro con un guinzaglio per le strade di Torre del Lago dove vivevano fino all’anno scorso. Poi la famiglia si è allargata e anche Theodora che è diventata 70 chili.



«Nella vecchia casa non c’entravamo più e loro avevano bisogno di più spazio - raccontano - abbiamo deciso di comprare questa casa di campagna». La vita della famiglia è regolare: ritmi e abitudini di coloro che hanno animali.

«Gli diamo da mangiare due volte al giorno e non spendiamo troppo. La mattina andiamo al mercato a comprare la frutta e la verdura che verrebbero buttate via - spiegano tenendo il più piccolo in braccio e baciandolo di tanto in tanto - quando la stagione non permette troppa scelta di frutta prendiamo il fioccato, un trito di legumi. Loro si arrangiano mangiando anche qualche chiocciola e alcuni vermetti che trovano in giardino».

Il legame tra loro è speciale ma il clima tra gli animali non è sempre idilliaco: «Beebop ancora dorme con noi perché i maiali sono animali territoriali: se il più piccolo non viene accettato pienamente dagli altri, c’è anche il rischio che possano ucciderlo. Devono proteggere il branco. Durante la giornata sta fuori con gli altri ma la notte dorme nel lettone». Gli altri hanno un giaciglio di paglia sempre fresca.



Ma l’idillio familiare ha anche qualche lato negativo: «Sono tre anni che non ci permettiamo di fare le ferie: i tre erano troppo piccoli ed era difficile partire senza sapere a chi affidarli. Ma adesso che hanno tanto giardino e sono un po’ cresciuti ci potremmo anche pensare».

In molti sono incuriositi da questi strani “animali da compagnia” e le battute si sprecano: «Quando qualcuno viene a sapere dei nostri maiali cominciano sempre le solite frasi su forni, prosciutti e patate. Ma noi ormai siamo abituati a queste critiche e neanche le sentiamo più».

E in questa felicità ci sarà posto anche per qualche esemplare di cucciolo d’uomo? «Ancora non abbiamo pensato ai figli - dicono - siamo già abbastanza impegnati così».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista