Quotidiani locali

Sant'Anna commemora le vittime dell'eccidio

Prima la messa, poi la cerimonia al monumento Ossario a cui quest'anno hanno partecipato il senatore Marcucci, l'assessore regionale Bugli e l'incaricata d'affari dell'ambasciata di Germania, Irmgard Maria Fellner. Anche il presidente della Repubblica ha ricordato la strage

STAZZEMA. "Il fascismo non è un'opinione, il fascismo è un reato". A parlare è il senatore Andrea Marcucci, presidente della commissione cultura, oratore ufficiale del 73esimo anniversario dell'eccidio di Sant'Anna a cui hanno partecipato anche (oltre al sindaco di Stazzema, Maurizio Verona, i superstiti e i familiari delle vittime), tutti i sindaci della Versilia, l’assessore regionale Vittorio Bugli, l'incaricata d'affari dell'ambasciata di Germania, Irmgard Maria Fellner,e i giovani studenti, italiani e tedeschi, che hanno partecipato al primo campo estivo per la pace organizzato in collaborazione fra i due Paesi.

Una cerimonia partecipata e sentita, che è iniziata la mattina alle 9 nel piazzale della chiesa dove l’arcivescovo di Pisa Giovanni Paolo Benotto ha celebrato la messa. Poi la cerimonia all'Ossario, gli interventi, la commozione di una giovane del campo per la pace: "Penso ai miei lutti e alle mie notti in bianco -dice quasi in lacrime - e mi struggo dal dolore a pensare alle vostre". E infine i dodici rintocchi dalla campana della pace appena installata accanto alla lapide delle vittime.Fellner durante la cerimonia ha segnalato che il Ministero Federale degli Affari Esteri è disposto a sostenere economicamente la conclusione della ricostruzione dell'"Organo della Pace", che era stato compromesso nella distruzione della chiesa di Stazzema nel corso degli eventi del 12 agosto 1944, e che era ritornato a funzionare nel 2007 grazie ad una campagna per la ricostruzione avviata da due musicisti, i coniugi tedeschi Maren e Horst Westermann.

Sant'Anna di Stazzema, segretario di Stato Usa: ''Questo per noi luogo di ispirazione'' "Noi vogliamo essere coloro che sanno rispondere a quanti creano danni agli innocenti in qualunque parte del mondo". Così il segretario di Stato americano Rex Tillerson davanti al sacrario che ricorda i 560 caduti dell'eccidio nazifascista di Sant'Anna di Stazzema. "E questo luogo - ha aggiunto con a fianco il ministro degli Esteri italiano Angelino Alfano e la commissaria Federica Mogherini - sarà luogo di ispirazione per la nostra azione". La vicina Lucca, che oggi appare blindata, ospita da oggi pomeriggio per la prima volta un grande evento di politica internazionale come il G7 dei ministri degli esteri

Il senatore Marcucci, durante il suo intervento, si è soffermato a lungo sul concetto di fascismo come reato: "Bisogna cambiare la legge sull'apologia del fascismo, perché il rischio sta nella banalizzazione". "La memoria non è soltanto una dimensione personale - interviene invece l'assessore Bugli - ma una grande e decisiva questione politica che segna la storia di una comunità nel profondo, lasciando segni indelebili".

Anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricordato la strage con una nota. "A 73 anni dall'atroce, disumano eccidio di Sant'Anna di Stazzema - dice - desidero esprimere il mio deferente pensiero per le tante vittime innocenti, e la mia affettuosa vicinanza ai loro familiari e discendenti, i quali, insieme all'intera comunit di Sant'Anna, hanno saputo tenere viva la memoria, trasmettendo alle generazioni pi giovani quella speranza di pace, quegli ideali di libert, quei valori di rispetto della dignit di ogni persona, che in quel 12 agosto di morte sembravano per sempre negati". "Quelle vite spezzate - aggiunge - sono divenute simbolo di riscossa morale e civile. Ci richiamano all'impegno per costruire una società di donne e uomini liberi, in cui prevalgano la solidarietà, la giustizia, l'uguaglianza dei diritti".

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare