Quotidiani locali

Cattivi odori a Viareggio e Lido 

Tantissime le proteste e i cittadini su Facebook si danno appuntamento per giovedì sotto il Municipio

VIAREGGIO. L’odore che prende la gola, costringe a chiudere le finestre anche se fa caldo e non fa respirare, è tornato da qualche giorno e sembra avvolgere gran parte sulla città. Le testimonianze del fine settimana si moltiplicano sia sulle pagine Facebook del dibattito cittadino, sia nelle segnalazioni al “Tirreno”. E c’è che chi sta raccogliendo le adesioni, tramite la pagina “Viareggio mia”, per un appuntamento sotto il Municipio, giovedì mattina alle 10.

Sabato sera l’odore di rifiuti bruciati è arrivato anche in Passeggiata, come segnala al “Tirreno” un commerciante. E ieri sera l’allarme è arrivato dal centro. L’avvocato Serena Fabbozzo, scrive: «È fortissimo e non sappiamo più come comportarci e dove denunciare. Ma non è possibile respirare questo odore ogni sera ed ogni mattina». Da Lido, poco dopo le 22,30, la telefonata di un ristoratore, Ansano Bandini: «Sull’Aurelia, al Secco, l’odore è fortissimo, nauseante, odore di rifiuti che prende alla gola. Ma come possiamo immaginare che i turisti vengano in Versilia in queste condizioni?». La puzza insopportabile, nel corso del fine settimana, è stata avvertita anche al Varignano, in zona dell’Esselunga sull’Aurelia, alla Migliarina. Descritto come «un puzzo abbastanza persistente di immondizia».

Perché l’Agenzia regionale per l’ambiente si interessi della questione è necessario che
le segnalazioni arrivino ad Arpat con le indicazioni precise degli “annusamenti”. L’indirizzo email è urp@arpat.toscana.it; quello per le Pec è arpat.protocolloat.gifpostacert.toscana.it; il numero verde 800-800400 (dal lunedì al venerdì, 9-13 e dal lunedì al giovedì anche 14-18).

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare