Quotidiani locali

Picchia a sangue la madre dopo una lite 

Drammatico episodio ieri sera in via del Brentino. Il figlio portato via da una volante della polizia

VIAREGGIO. Una lite scoppiata senza un vero motivo scatenante. Una delle tante, stando alle testimonianze dei vicini. E un giovane che - forse in condizioni psico-fisiche alterate - colpisce a sangue alla testa la madre sotto lo sguardo impotente del padre. È l’ennesima lite familiare scoppiata ieri sera poco prima delle 23 in una abitazione di via del Brentino. E se la situazione non è ulteriormente degenerata fino a trasformarsi in una vera e propria tragedia è anche grazie al tempestivo intervento di una volante del commissariato, arrivata sul posto dopo l’allarme lanciato da chi abita in zona, terrorizzato per il terribile mix di urla e sangue che ha funestato una serata altrimenti tranquilla.

Tutto è scoppiato poco dopo le 22,30. Secondo una prima ed ancora frammentaria ricostrizione dell’accaduto, l’autore dell’aggressione - un giovane fra i trenta e i quarant’anni - ha avuto un violento alterco con il padre e la madre. Dalle parole, l’uomo è presto passato alle vie di fatto. E, perdendo ogni forma di controllo, ha picchiato a sangue la madre colpendola alla testa e provocandole una brutta ferita. Tutto questo di fronte al padre, che ha cercato inutilmente di frenare l’aggressività del figlio.

Allarmati dal parapiglia, i vicini che abitano nella zona hanno telefonato al 113. E nel giro di pochi minuti una volante del commissariato ha raggiunto l’abitazione di via del Brentino dove si stava consumando la violenta lite familiare.

leggi anche:

I poliziotti hanno cercato di riportare in qualche modo alla calma il giovane protagonista dell’aggressione. E lo hanno fatto salire a forza a bordo dell’auto di servizio. Qui, però, l’uomo ha continuato a dare in escandescenze rompendo un vetro con dei colpi e ferendosi così ad una mano. Gli agenti della volante hanno così immobilizzato il giovane che è stato portato via dapprima al pronto soccorso per essere medicato e successivamente al commissariato di Viareggio per valutare la sua posizione. La madre, ferita alla testa, è stata medicata dalla squadra della Croce Verde di Viareggio intervenuta in aiuto della donna, ma ha poi preferito rifiutare il ricovero al pronto soccorso dell’ospedale Versilia.
 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare