Quotidiani locali

Viareggio non ha posto per il Luna park

Dopo lo stop per la piazza D'Azeglio in Passeggiata non si sa ancora dove verranno messe le giostre in estate

VIAREGGIO. Non ha fatto in tempo a chiudersi il contenzioso natalizio tra amministratore comunale e giostrai che già si affaccia l’annosa questione della collocazione del Luna Park estivo, in un Comune - come quello di Viareggio - che non ha mai stabilito quale dovesse essere l’area, prevista per legge, da destinare agli spettacoli viaggianti.

Così, da anni, le giostre sono “erranti”. Dopo l’ultima collocazione - nell’area della piscina comunale, in Darsena - l’estate scorsa l’amministrazione del sindaco Giorgio Del Ghingaro decise di portare il Luna Park in piazza D’Azeglio, a ridosso della Passeggiata. «Vogliamo solamente fare il nostro lavoro - spiegava al “Tirreno” Ronny Colombo, il portavoce dei gestori delle attrazioni -: siamo qui perché abbiamo un accordo con l’amministrazione e con l’assessore Valter Alberici». All’epoca solo assessore, oggi anche vicesindaco.

Quando, poi, le giostre sono tornate in piazza D’Azeglio e Passeggiata, è stato il sindaco in persona a contestare la scelta del commissario prefettizio Fabrizio Stelo. Dopo avere ipotizzato il trasferimento alla Terrazza della Repubblica, in realtà le attrazioni sono rimaste dove ormai erano.

Oggi i giochi si riaprono in vista dell’estate, e sullo sfondo della

vicenda si affaccia la ruota panoramica da 45 metri che dovrebbe arrivare ad un passo dal Molo grazie ai contatti che l’amministrazione avrebbe avuto con i Parisi della novarese “Parisi Entertainment”, che sembrano i candidati a portare a Viareggio l’attrazione. (d.f.)
 

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics