Quotidiani locali

Sfida tra ristoranti per il 25 Aprile e il Primo Maggio

Concorso culinario lanciato dal Parco Alpi Apuane. I prossimi ponti festivi decisivi per decretare il vincitore

SERAVEZZA. Chiamatela la via Francigena del gusto o il premio delle forchette. Nella realtà è l’abbinamento del sapore di piatti a Km 0 con la bellezza del camminare in mezzo alla natura. Un tripudio di sensi racchiusi in un voto. È questo il senso di “Gustando le Apuane. Vota il tuo menù preferito”, il concorso del gusto alla scoperta delle bellezze naturali delle Alpi Apuane promosso dal Parco regionale delle Apuane - giunto quest’anno alla quinta edizione - e che vedrà negli ultimi due ponti prefestivi (quello del 25 aprile e quello del primo maggio) affilare i coltelli dei cuochi. E non solo, in senso metaforico.

Gli osti apuani, con le loro strutture ricettive certificate dal Parco per le scelte eco-sostenibili, sono infatti in gara per la valorizzazione dei prodotti locali: dai funghi ai formaggi locali, dal miele alle castagne, le verdure dell’orto e le torte salate. Tutto rigorosamente a chilometro 0, con prodotti di stagione e spesso con menù specifici per vegetariani con prezzi che variano da un minimo di 20 euro ad un massimo di 25 euro.
Per ciascuna struttura che partecipa all’iniziativa i clienti potranno esprimere un voto da uno (scarso) a cinque (ottimo) per il menù proposto.

Il concorso è cominciato a gennaio e ora è agli sgoccioli. L’iniziativa rientra tra delle azioni programmate per l’adesione alla Carta europea del turismo sostenibile nelle aree protette. Quello che poi il parco Alpi Apuane cerca di promuovere da sempre, luogo di fauna e flora unici, con la riserva idrica più grande della Toscana, vette, grotte e viste mozzafiato. E ovviamente: i suoi osti.

La scheda per la votazione, disponibile sul sito web del Parco nelle strutture in concorso, potrà essere inviata per mail (protocollo@parcapuane. it) oppure per fax (0584/758203) oppure per posta (Parco Regionale delle Alpi Apuane Via Corrado del Greco, 11 55047 Seravezza) oppure consegnata a mano allo stesso indirizzo. I clienti, per la stessa struttura certificata, potranno esprimere una sola volta il proprio voto di gradimento per il menu degustato.

Eccoquindi i ristoranti che partecipano al concorso. Ristorante-B&B “La Canonica” a Pruno (Stazzema); agriturismo “La Capannina” a Roggio Vagli di Sotto, rifugio Cai di Carrara a Campocecina; ristorante “La Ceragetta” a Capanne di Careggine; ristorante “Lucese” a Lucese di Gombitelli (Camaiore); albergo “Minihotel” a Gramolazzo (Minucciano), albergo-ristorante “La Posta” a Equi Terme (Fivizzano); rifugio alpino “Adelmo Puliti” a Case Giannelli di Arni (Stazzema); agriturismo “Antica trattoria l’Eremita” a Eremo di Calomini (Vergemoli); rifugio alpino “Forte dei Marmi” a Alpe della Grotta (Stazzema); ristorante “Sotto la Loggia” a Pomezzana (Stazzema);

ristorante “Il Rondone” a Trimpello Vergemoli; albergo-ristorante “Vallechiara” Levigliani (Stazzema).

Non solo quindi poesie e romanzi. Anche la cucina ha un suo concorso. Una cucina, però, di qualità che abbia come sua filosofia trainante l’eco-sostenibilità: quella di un Parco.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare