Quotidiani locali

Di loro non c'era più traccia: ritrovati dopo una fuga d’amore 

Sabato 8 aprile erano andati a una festa di compleanno e non avevano dato più notizie. Per caso una volante della polizia li ha individuati accampati in una tenda a Lucca

CAMAIORE. L’amore è accamparsi in tenda in angolo sperduto della periferia di Lucca. Un luogo anonimo e lontano, visto dalla Versilia: un punto insignificante su Google Maps. Dove due ragazzi che vogliono scappare dal mondo pensano di non poter essere raggiunti. In fondo basta spengere il cellulare.

Invece il caso ha voluto che da quelle parti, siamo nella zona del nuovo ospedale San Luca, passasse una volante della polizia per un normale controllo. Ci è voluto poco per capire che quei giovani — lui 19 anni, lei 15 — sistemati in una tenda erano i due scomparsi sabato scorso da Camaiore. La polizia ha avvisato la prefettura che coordinava la ricerche, così come i carabinieri. A cui i familiari avevano fatto denuncia. E la storia ha avuto una sua conclusione a lieto fine. Anche se non è dato sapere come abbiano reagito i genitori a quella che è apparsa né più né meno come una fuga d’amore. Che non avrà conseguenze, a meno di una decisione in questo senso da parte della famiglia della ragazzina.

leggi anche:

L’allarme era scattato sabato sera dopo una festa di compleanno a Camaiore. Il teatro della festa è una sala che ne ospita tante. Chissà cosa si dicono i due giovani quella sera. Fatto sta che dopo il party non tornano a casa. I familiari, non vedendoli rientrare, si rivolgono ai carabinieri. La faccenda è delicata, c’è una minorenne di mezzo: si muovono le forze dell’ordine coordinate dalla prefettura di Lucca. In quei momenti la testa di un genitore va su un altro pianeta. Ci si sente crollare tutto addosso, si pensa di aver sbagliato dal primo istante in cui è nato tuo figlio. Ma non è così.

leggi anche:

È che i figli arrivano a un momento della loro vita in cui sono troppo grandi per voler stare in famiglia e troppo piccoli per potersene andare. Vivono il primo amore e pensano che sia quello assoluto, definitivo. Per pochi fortunati lo è. Per i protagonisti di questa storia forse è così, o forse no. Fatto sta che sabato lasciano la festa e se ne vanno verso Lucca. Là, dalle parti dell’ospedale nuovo nel quartiere di San Filippo, c’è una zona abbastanza isolata. Si accampano là. Nel frattempo i familiari si rivolgono ai carabinieri. Sono ore di angoscia, i due cellulari sono spenti. Ieri mattina la volante della polizia li individua e li riporta a casa. Ne parleranno con le loro famiglie e saranno i genitori di lei a valutare se denunciare il ragazzo per il reato che il codice penale prevede in questo tipo di casi: “Sottrazione consensuale di minore”. Dai carabinieri, che hanno capito la situazione, arriverà solo un rapporto e nulla più.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' E LIBRI TOP DI NARRATIVA, POESIA, SAGGI, FUMETTI

Spedizioni gratis su oltre 30 mila libri