Quotidiani locali

Sorprende i ladri in casa nella notte: anziana colta da malore

Il racconto del figlio, dipendente comunale a Massarosa: «Erano le 23,30 e tutta la famiglia era nell’abitazione». I malviventi hanno sfilato il vetro della porta finestra sul balcone

MASSAROSA. Ladri in casa, intorno alle 23,30 circa, quando tutti sono ancora svegli, nella serata di venerdì. È accaduto in via Matteotti e poteva davvero finire male perché la donna che si è trovata i malviventi in camera da letto ha accusato un malore. «Mia madre, uscita dal bagno, apre la porta di camera e vede un uomo che “zompa” via», racconta il giorno dopo Paolo Vitali, dipendente del Comune di Massarosa ed autista della Misericordia di Stiava. «Ero in servizio venerdì sera e quando sono arrivato a casa ho trovato mia madre, 79 anni, in lacrime. Ho avuto paura che oltre al furto i ladri avessero anche aggredito i miei genitori».

leggi anche:

Lo scenario, nella camera da letto, è il solito: «Hanno cercato in tutti i cassetti, buttando all’aria tutto». Incredibile il modo in cui i ladri sono riusciti ad entrare in casa: «Ho visto da dove sono passati - continua Vitali - c’era l’impronta di un piede, direi non più di un 37-38. Si sono dovuti arrampicare e poi sono saltati sul balcone. Mia madre ha anche sentito una specie di tonfo».

I cani fanno il loro “lavoro”, iniziando ad abbaiare nella notte. Ma nella zona ronzano i gatti e nessuno dà troppo peso alla cosa. Il ladro ha dunque tutto il tempo di fare un lavoro di fino, sfilando letteralmente il vetro dalla porta finestra. «Ho verificato se avessero fatto danni - racconta ancora Vitali - ma niente: un lavoro perfetto, eseguito per di più al buio».

Da lì all’ingresso in camera è un attimo. E se la padrona di casa non avesse aperto la porta della camera da letto prima che l’uomo finisse la sua ricerca, nessuno avrebbe visto il ladro in fuga. «È la seconda volta che accade», prosegue la testimonianza: «L’altra volta - qualche anno fa - sfondarono la porta mentre mia madre era fuori per la spesa, non più tardi della 10,30 del mattino».

Sul posto, per i rilievi, sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Viareggio, guidata dal maggiore Massimo Amato. Per i militari la notte tra venerdì e sabato è stata una vera e propria caccia al ladro.

«Abbiamo avuto tutti paura per mamma ma poi si è ripresa e non ha voluto andare in Pronto soccorso», conclude Paolo Vitali: «Deve essere stata una notte movimentata, perché ho incontrato un uomo che conosco proprio questa mattina (ieri per chi legge, ndr) e mi ha detto che a casa sua i ladri hanno sfondato la porta mentre lui si trovava all’interno».

Tra le ipotesi quella di una banda che durante il giorno potrebbe effettuare sopralluoghi a bordo di auto e/o furgoni per scegliere le abitazioni da colpire.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro