Quotidiani locali

Vai alla pagina su La strage di Viareggio

Strage di Viareggio: Moretti colpevole, condannato a 7 anni. I familiari delle vittime: "Si eviti la prescrizione" - Video

Emessa la sentenza di primo grado della strage di Viareggio, il disastro ferroviario in cui morirono 32 persone: Mauro Moretti, allora leader di Rfi, condannato a 7 anni. Ecco chi sono i condannati e gli assolti

LUCCA. Emessa la sentenza di primo grado della strage di Viareggio , il disastro ferroviario in cui morirono 32 persone: Mauro Moretti, allora leader di Ferrovie, è stato condannato a 7 anni. Sullo sviluppo processuale di questa strage, tuttavia, incombe la prescrizione .

IL LEGALE DI MORETTI: "SENTENZA POPULISTA"

"Esprimo parziale soddisfazione per l'assoluzione di Mauro Moretti nella sua veste di amministratore di Fs e di Ferrovie dello Stato". Lo DICE l'avvocato Armando D'Apote, legale sia di Moretti che di Fs, che subito dopo ha aggiunto di registrare "come scandaloso l'esito del processo e rilevo il frutto del populismo che trasuda dalla sentenza", ha concluso. Anche la Gatx Railway annuncia ricorso in appello.

VIDEO La commozione alla lettura della sentenza

Strage di Viareggio: la commozione alla lettura della sentenza Dopo otto anni dalla strage del 29 giungo è arrivata la sentenza in primo grado. Grande la commozione in aula per i familiari della vittime

LE CONDANNE

Per Moretti, ora alla guida di Finmeccanica, l'accusa aveva chiesto 16 anni. Moretti, secondo quanto spiegano i suoi avvocati, "è stato assolto come amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, ma i giudici hanno disposto la sua condanna come ex amministratore delegato di Rfi", spiegano i suoi legali.  Sette anni e sei mesi per Michele Mario Elia, ex amministratore delegato di Rfi. Sette anni anche a Vincenzo Soprano, ex ad di Trenitalia.

Una condanna di 9 anni e 9 mesi di reclusione è stata inflitta a Rainer Kogelheide, amministratore delegato della Gatx Rail Germany, azienda tedesca proprietaria del carro che deragliò la notte del 29 giugno 2009. Peter Linowski, responsabile dei sistemi di manutenzione della Gatx Rail Germany, è stato condannato a 9 anni e 9 mesi di reclusione. Johannes Mansbarth, amministratore delegato di Gatx Rail Austria, Roman Mayer, responsabile della manutenzione di Gatx Rail Austria, e Uwe Koennecke, responsabile dell’officina Jugenthal Waggon di Hannover che revisionò il carro, sono stati condannati a 9 anni di reclusione. Andreas Schroter, Helmut Brodel e Uwe Kriebel, responsabile a vario titolo dell’officina Jungenthal Waggon di Hannover, sono stati condannati a 8 anni di reclusione.

Gli altri condannati sono Giuseppe Pacchioni (7 anni), Daniele Gobbi Frattini (6 anni e 6 mesi), Paolo Pizzadini (6 anni e 6 mesi), Emilio Maestrini (6 anni e 6 mesi), Giulio Margarita (6 anni e 6 mesi). Sei anni di reclusione sono stati comminati a Giovanni Costa, Giorgio Di Marco, Salvatore Andronico, Enzo Marzilli, Francesco Favo, Alvaro Fumi. Sette anni sono stati inflitti come detto a Mauro Moretti, nella veste di ex ad di Rfi, e Mario Castaldo, come direttore della Divisione Trenitalia Cargo.

Per le società vengono condannate Rfi (la società che si occupa di infrastrutture) e Trenitalia (la società che si occupa della gestione del servizio e quindi dei treni).

VIDEO. 29 giugno 2009: "È scoppiato tutto, la stazione è in fiamme"

Strage di Viareggio: il documento della procura La versione quasi integrale del video proiettato stamattina nell'aula del tribunale di Lucca dove si sta celebrando il processo per la strage del 29 giugno 2009

GLI ASSOLTI

I giudici del tribunale di Lucca hanno assolto 8 dei 33 imputati per non aver commesso il fatto che sono Andreas Barth dell'Officina Jungenthal di Hannover, Andreas Carlsson, sempre della Jungenthal di Hannover, Joachim Lehmann, supervisore esterno della Jungenthal, Massimo Vighini, Calogero Di Venuta, responsabile della Direzione compartimentale di Firenze Movimento Infrastrutture, Giuseppe Farneti, sindaco revisore di Fs prima e poi di Italferr, Gilberto Galloni, ad di Fs Logistica, Angelo Pezzati, predecessore di Di Venuta, Stefano Rossi e Mario Testa. Assolto anche Moretti dai reati a lui ascritti come ad di Ferrovie e Vincenzo Soprano, limitatamente ai reati ascritti come ex dirigente di Fs. Esclusa la responsabilità per illecito amministrativo anche di Ferrovie dello Stato Spa, di Fs Logistica, di Cima Riparazione.

Strage di Viareggio: la giornata della sentenza Dal primo mattino fino alla lettura del dispositivo che ha condannato, tra gli altri, anche l'ex ad di Rfi, Mauro Moretti, a sette anni. La giornata della sentenza di primo grado per la strage di Viareggio del 29 giugno 2009 (video di Cesare Bonifazi Martinozzi)

LE SANZIONI

Una sanzione da 700.000 euro ciascuna per Rfi e Trenitalia e di 480.000 ciascuna per le societ Gatx Rail Austria, Gatx Rail Germania, Officina Jugenthal Waggon tra le condanne pronunciate dal tribunale di Lucca per la strage alla stazione ferroviaria di Viareggio. Alle stesse società, per le quali è stata riconosciuta la responsabilit dell'illecito amministrativo, è applicata anche la sanzione interdittiva per un periodo di tre mesi.

VIDEO. I familiari dopo la sentenza

Strage di Viareggio, la reazione dei familiari alla sentenza Marco Piagentini, uomo simbolo del disastro del 29 giugno 2009 e alcuni familiari delle vittime commentano la sentenza in primo grado della strage di Viareggio. Sentenza che vede la condanna di Mauro Moretti a 7 anni (Video Cesare Bonifazi)

LE REAZIONI DEI FAMILIARI DELLE VITTIME

Daniela Rombi, dell'associazione di familiari delle vittime, reagisce così alla sentenza: "Vogliamo capire perché ridotte pene da 16 anni a 7". Rombi prosegue: "Ricordo ancora quando, in un incontro a Genova, Moretti mi disse di essere sempre uscito pulito da tutti i processi, oltre 50 procedimenti. Ora non lo può più dire: ora ha una condanna a 7 anni". Marco Piagentini, l'uomo simbolo della strage aggiunge: "Le condanne dimostrano che sistema sicurezza (ferroviaria) non funziona. Domani alle 11 conferenza stampa nella sede dell'associazione a Viareggio, in via Repaci 1". Piagentini lancia anche un appello al presidente del consiglio Gentiloni  per evitare la prescrizione : "Si adoperi per evitare la prescrizione di questo processo. Lo faccia per Viareggio e per altri morti di stragi come il Moby Prince e il crollo della torre nel porto di Genova". L'ingresso dei giudici in aula era stato preceduto da un lungo applauso nel ricordo delle vittime di quel 29 giugno 2009.

Strage di Viareggio, Daniela Rombi: "Il sistema è stato riconosciuto colpevole" Daniela Rombi, vicepresidentessa dell'associazione dei familiari della strage "Il mondo che vorrei", parla a pochi minuti dalla sentenza (video di Cesare Bonifazi Martinozzi)

Strage di Viareggio, il sindaco Giorgio Del Ghingaro: "Adesso si pensi alla prescrizione" Il commento del sindaco di Viareggio, Giorgio Del Ghingaro, a pochi minuti dalla sentenza di primo grado per la strage del 29 giugno 2009 nella quale persero la vita 32 persone (video di Cesare Bonifazi Martinozzi)

VIDEO. Dalla strage al processo

Disastro di Viareggio, la video ricostruzione dei fatti: dalla strage al processo La notte tra il 29 e il 30 giugno 2009 a Viareggio deraglia in stazione il treno merci Trecate-Gricignano carico di cisterne GPL. Il gas fuoriesce da una di queste e innonda le abitazioni vicine alla ferrovia. Nelle esplosioni crollano gli edifici e muoiono sul colpo 11 persone. Il bilancio delle vittime salirà a 32 nel corso delle successive settimane a causa delle ustioni. Dopo oltre 7 anni ci sono 33 persone rinviate a giudizio fra le quali l'ex ad di Ferrovie Mauro Moretti, per il quale sono stati chiesti 16 anni di reclusione - LO SPECIALE SULLA STRAGE(VIDEO DI ANDREA LATTANZI)

C'era anche l'allora sindaco di Viareggio, Luca Lunardini, nell'aula del Polo fieristico . "La decisione dei giudici dimostra quello che abbiamo sempre sostenuto - afferma il sindaco commosso -: non è stato un evento naturale ma provocato dall'uomo". Sono trascorsi quasi 8 anni dalla terribile notte del 29 giugno 2009,  ma il ricordo è ancora vivissimo. "Urla, dolore, terrore, questa la mia memoria - dice Lunardini -, e anche la generosità dei tanti soccorritori. Se le fiamme si fossero estese il bilancio sarebbe stato ancora più grave. Se non è accaduto lo dobbiamo a tutti quelli che hanno operato quella notte e nei giorni successivi". Lunardini ricorda che "Viareggio non cercava vendetta" per la strage in cui morirono 32 persone "ma giustizia".

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie