Quotidiani locali

Profugo infastidisce una donna, allontanato dalla parrocchia

È accaduto a Camaiore. Protagonista della vicenda un giovane, figlio di una coppia di pakistani ospitati all’oratorio del Colosseo e subito trasferiti in un’altra località

Non conosceva la nostra lingua, ma aveva comunque trovato il modo di farsi capire. Il problema è che il “messaggio hot” non è piaciuto alla donna a cui era indirizzato. Un giovane profugo pakistano ospitato dallo scorso 21 maggio all’oratorio Colosseo insieme alla famiglia (padre, madre e altri due fratelli) si è reso protagonista di alcuni episodi poco galanti. Uno in particolare: il giovane, di circa 20 anni, ha mostrato alcune immagini “hard” contenute nel telefonino a una donna di Camaiore. La signora non ha gradito l’approccio ed ha chiamato i carabinieri. Alla fine, il giovane e la sua famiglia sono stati allontanati dalla struttura.

Sulla vicenda c’è anche una nota della parrocchia di Santa Maria Assunta di Camaiore che però non entra nello specifico dell’accaduto: «La parrocchia – si legge nella nota – vuole rendere partecipe tutta la cittadinanza di un fatto accaduto alcuni giorni fa. Mercoledì 21 maggio intorno alle 22 sono stati ospitati presso la struttura polivalente Oratorio il Colosseo i membri di una famiglia di profughi pakistani provenienti dalla Libia, portati tramite la Prefettura di Lucca e dalla Croce rossa italiana. Purtroppo, inaspettatamente e sin dal giorno seguente, si sono verificati episodi spiacevoli causati in particolar modo da un componente della famiglia. Data la linea di condotta seguita dalla parrocchia e dalle strutture ad essa collegate, durante un vertice in prefettura ci siamo visti costretti - nostro malgrado - a ritirare la disponibilità

di accoglienza profughi e a richiedere lo spostamento immediato della famiglia presente nella struttura. Lo spostamento è avvenuto giovedì 29 alle 17 per mezzo della Croce rossa italiana. La parrocchia – conclude la nota – si scusa profondamente per i disagi causati durante la settimana».

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare