Quotidiani locali

Polacca rapina boutique Coveri

Prima sceglie vestiti per 2mila euro, poi spinge la commessa e fugge via

FORTE. Una polacca di 39 anni Barbara Gaweda è stata arrestata dai carabinieri della stazione di Forte dei Marmi con la collaborazione anche della polizia municipale per rapina impropria. La donna dopo essere entrata nella boutique Coveri di via Carducci comportandosi come una normale cliente si è impossessata di tre capi di abbigliamento per un valore di circa 1800 euro e stava per allontanarsi senza pagare. Una delle commesse si è accorta di quanto stava per accadere insospettita dal modo di fare della donna che cercava il momento migliore per potersi allontanare con la refurtiva.

Per riuscire a farla franca e per assicurarsi la fuga la donna ha strattonato la commessa che l’aveva smascherata facendola cadere a terra per fortuna senza che riportasse nessuna lesione. La commessa è riuscita comunque ad allertare i carabinieri che con la l’ausilio anche di una pattuglia della polizia municipale sono riusciti a fermare e arrestare la donna poco distante della boutique dove non è da escludere ci possa essere stato un complice ad attenderla per poi dileguarsi facendo perdere le tracce. Il piano però questa volta non è riuscito soprattutto per l’intuizione della commessa che ha capito che la donna anche se in un primo momento era riuscita a non destare sospetti si è tradita solo al momento in cui si è impossessata dei capi di abbigliamento che non avrebbe voluto pagare.

Questo tipo di atteggiamento non è la prima volta che si verifica da parte di potenziali clienti che anche se ben vestiti e all’apparenza tranquilli si rendono protagonisti comunque di questi episodi. Che in alcuni casi riescono a concretizzare ed in altri no, come è accaduto alla donna polacca che adesso sarà da capire da parte dei carabinieri se abbia commesso furti in altre boutique. Sono in corso pertanto accertamenti anche in base alle dichiarazioni che ha fornito al momento dell’arresto. Una cosa da accertare è quella soprattutto se abbia avuto dei complici, oppure abbia agito da sola.

Non è la prima volta che

sia stata una signora insospettabile e di bella presenza a mettere a segno dei colpi in boutique di nome, ma questa volta evidentemente qualcosa non è andato come previsto, tanto che la donna è stata arrestata con la refurtiva che è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.

TrovaRistorante

a Lucca Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista