Rapina con la pistola al Penny Market

Due banditi col passamontagna portano via 300 euro

    di Claudio Vecoli  VIAREGGIO. Hanno atteso l'orario di chiusura. Poi, passamontagna in testa e pistola in pugno, sono entrati all'interno del Penny Market di via Nicola Pisano. E, dopo aver minacciato le cassiere, hanno portato via trecento euro e sono scappati in sella ad uno scooter di colore scuro. Dopo un analogo colpo messo a segno un paio di settimane fa alla Conad di via Fabio Filzi, ieri sera la «banda del supermercato» è tornata nuovamente in azione. E anche questa volta è riuscita a farla franca.  I banditi - due giovani italiani, corporatura media, età compresa fra i 20 e i 30 anni - hanno fatto irruzione all'interno del Penny Market poco prima delle venti, incuranti del fatto che all'interno del supermercato vi fossero ancora molti clienti. Entrambi col volto coperto da un passamontagna, si sono fatti largo con una pistola semiautomatica quasi certamente giocattolo (l'avrebbe riconosciuta un cliente) e, minacciando di usarla, hanno preteso l'incasso. La cassiera, però, non ha aperto il cassetto e così uno dei due banditi - estratto un cacciavite - ha forzato la cassa riuscendo ad arraffare circa trecento euro che si trovavano all'interno. A quel punto i due sono fuggiti all'esterno del supermercato e sono saliti in sella ad uno scooter di colore scuro che poi ha imboccato la via Nicola Pisano e si è diretto verso nord arrivando probabilmente fino alla piazza parcheggio di fronte alla stazione vecchia.  Una volta allontanatisi i banditi, il direttore del supermercato ha dato l'allarme al 112. Nel giro di pochi minuti alcune auto dei carabinieri hanno raggiunto il Penny Market ed è iniziata la caccia allo scooter nero e ai due rapinatori. Ma, almeno fino alla tarda serata di ieri, le ricerche dei due giovani si sono concluse senza risultati.  Qualche risultato potrebbe arrivare semmai dai rilievi della scientifica che hanno cercato impronte ed altre tracce all'interno del supermercato.  Sul collegamento fra il colpo alla Conad di via Filzi e questo di ieri sera al Penny Market, al momento i carabinieri non si sbilanciano. Certo è che la dinamica, l'uso di una pistola (sia pure giocattolo), l'obiettivo e altri dettagli fanno indubbiamente pensare ad una medesima mano.
    14 aprile 2011

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ