Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
La dignità del lavoro e dell'uomo celebrata da Cucinelli con un monumento

La dignità del lavoro e dell'uomo celebrata da Cucinelli con un monumento

L'imprenditore del cachemire ha inaugurato un'opera ai piedi del borgo che ospita la sua azienda

PERUGIA. "Tributo alla dignità dell'uomo": è la scritta che è il cuore del 'Progetto per la Bellezza' e che campeggia in un monumento ai piedi di Solomeo. "Fra duemila anni sarà ancora qui. È un dono anche alla Grecia ed è pensato per l'eternità perché gli antichi questo facevano" ha affermato Brunello Cucinelli che nel pomeriggio  ha avviato il tour di presentazione della sua nuova iniziativa di mecenatismo.
Ed è anche "un omaggio ai cinque continenti" ha aggiunto, con le scritte America, Europa, Africa, Asia, Oceania sotto i cinque archi. Dopo quattro anni di lavoro (l'avvio dei lavori era stato annunciato nel 2014) si completa quindi l'ultima parte del "Progetto per la bellezza", quello rivolto alla vallata di Solomeo che ospita anche la sede dell'azienda dell'imprenditore umbro del cachemire.

Un'immagine del monumento (foto Ansa)
Un'immagine del monumento (foto Ansa)

Il progetto era iniziato con il restauro del borgo umbro e con il "Tributo alle arti" dato anche dalla costruzione del Teatro Cucinelli. Iniziativa che ora si chiude con la realizzazione di tre parchi (parco dell'industria, parco dell'oratorio laico immerso tra boschi e prati e parco agrario con settanta ettari di terreno destinati ad orti, vigneti, oliveti e frutteti) ai piedi dell'antico borgo di Solomeo restaurato dall'imprenditore del cachemire, titolare del marchio D'Avenza di Carrara, per farci la sede dell'azienda.

"Questo progetto è un naturale completamento del sogno iniziato a Solomeo per ridare dignità al lavoro e all'uomo" ha affermato ancora Cucinelli durante il tour a cui partecipano giornalisti e stilisti da tutto il mondo oltre che rappresentanti delle istituzioni. Il tour era iniziato con la visita degli spazi fabbrica aperti. Sono circa 130 le navette che trasportano gli invitati, ospitati anche negli alberghi dell'Umbria.

Cucinelli illustra il suo concetto di dignità nella homepage della sito della sua azienda.

"Il sogno della mia vita - scrive - era quello di rendere l’attività lavorativa più umana, di dare dignità morale ed economica al lavoro, perché, credetemi, il lavoro spesso è piuttosto duro e ripetitivo. Ero però anche convinto che esso eleva la dignità dell’uomo. E di questo obiettivo ho fatto il vero scopo della mia vita. Così, pur aspirando a ottenere profitti, perché credo nel capitalismo (ogni impresa deve produrre profitti, perché è la ragione della sua esistenza), al tempo stesso volevo che tali profitti non arrecassero mai danni all’umanità, o il meno possibile. Mi ripromettevo, per metodo e per finalità, che i profitti fossero realizzati nel rispetto della dignità e del valore della persona umana, e perciò che fossero orientati a uno scopo morale. Aristotele considera l’etica come la parte superiore della filosofia e proprio in tal senso volevo agire. Questa è la filosofia di fondo dell’impresa".

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro