Quotidiani locali

Allarme a Firenze: entra in un bar e minaccia con la pistola. È caccia all'uomo - Video

Un 48enne ex calciante è ricercato in centro a Firenze dopo un'aggressione armata all'Isolotto. La polizia: non uscite di casa. Posti di blocco e strade chiuse in città

Firenze. Minaccia dipendente di un bar con la pistola, poi spara in aria: è caccia all'uomo Nelle immagini da Il Sito di Firenze l'irruzione in un palazzo della polizia durante la caccia a Rolando Scarpellini, l'ex calciante (giocatore del calcio storico fiorentino) che ha seminato il panico nel quartiere Isolotto, a Firenze, dopo avere minacciato una donna con una pistola in un bar: bar in cui l'uomo era andato per cercare la ex - L'ARTICOLO

FIRENZE. Proseguono senza sosta le ricerche di un uomo, Rolando Scarpellini, che mercoledì 29 in un bar del quartiere dell'Isolotto a Firenze, prima ha aggredito una dipendente e poi, dopo essersi allontanato, è  tornato armato di pistola e l'ha minacciata. Scarpellini, fiorentino di 48 anni, ex calciante (giocatore del calcio storico fiorentino), conosciuto in città proprio per questo, cercava l'ex compagna, anche lei dipendente del bar.

Secondo alcuni testimoni l'uomo, uscito dal locale, avrebbe anche sparato alcuni colpi in aria, prima di scomparire nel nulla. Nel pomeriggio di mercoledì la polizia ha circondato la sua abitazione, in via Fedi, nello stesso quartiere, e ha interdetto per alcune ore la zona a tutti, residenti compresi, diramando un allarme attraverso twitter ("Armato di pistola entra in un bar del quartiere Isolotto di Firenze, minaccia una donna e poi si dà alla fuga. La polizia lo sta cercando in tutta la zona. Si consiglia di non recarsi nel quartiere e, per i residenti, di non uscire di casa", questo il messaggio). Sul posto oltre alle volanti anche gli uomini dell'Unità operativa di pronto intervento.

IL MESSAGGIO SU WHATSAPP

Scarpellini ha anche inviato un messaggio vocale su whatsapp all'ex compagna pieno di rabbia incontrollabile, dove si dice pronto a sparare e ad "ammazzare".

I FATTI

Il 48enne, ex calciante si sarebbe presentato in un bar all'Isolotto, dove lavora anche la sua ex compagna, e avrebbe aggredito una dipendente, avrebbe tirato uno schiaffo a una collega dell'ex compagna sfasciando anche alcune suppellettili prima di andare via. L'uomo sarebbe poi tornato con una pistola e l'avrebbe minacciata. Secondo quanto appreso in base ad alcune testimonianze raccolte sul posto, dopo aver minacciato la dipendente del bar nella piazza dell'Isolotto con la pistola, l'aggressore si sarebbe allontanato e avrebbe sparato due colpi in aria. Sulla circostanza sono in corso verifiche da parte della polizia: nel tardo pomeriggio gli agenti hanno ritrovato alcuni bozzoli in via Libero Andreoli.

L'INTERVENTO

Dopo l'aggressione era stata isolata dalla polizia la zona di via Pio Fedi, a Firenze, non lontano dalle Cascine, perché si credeva che l'uomo si fosse asserragliato nella sua abitazione. Sul posto sono intervenuti gli agenti delle volanti e dell'unità operativa di pronto intervento che hanno fatto irruzione nell'abitazione verificando che l'uomo non c'era. Sono così ripartite le ricerche a tappeto in tutto il quartiere e anche altrove. In via Andreotti, dove l'uomo avrebbe un magazzino, sarebbero stati trovati quattro bossoli ma non è chiaro se siano stati esplosi oggi e se a farlo sia stata la pistola del 48enne che sembra essere riuscito a far perdere le sue tracce. La zona intorno al palazzo dove risiede l'uomo, che un primo tempo era stata isolata dalla polizia, è stata intano liberata.

Le ricerche sono proseguite anche in serata, come ha ribadito un nuovo tweet della Polizia verso le 21,10:  "Ancora ricercato il cittadino italiano, identificato, che stamani ha minacciato con un'arma la sua ex compagna a Firenze. Numerose le pattuglie che operano garantendo il controllo del territorio". 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro