Quotidiani locali

una meraviglia 

Il canyon dove nidifica l’aquila reale

L’Orrido di Botri è una spettacolare gola calcarea alle pendici dei monti Rondinaio e Tre Potenze, con ripide pareti scavate in profondità dalle acque dei torrenti Mariana e Ribellino. Nel periodo...

L’Orrido di Botri è una spettacolare gola calcarea alle pendici dei monti Rondinaio e Tre Potenze, con ripide pareti scavate in profondità dalle acque dei torrenti Mariana e Ribellino. Nel periodo estivo, quando la portata delle acque è minore e la temperatura più mite, è possibile risalirne il tratto finale. Al suo interno la vegetazione è distribuita secondo una stratificazione verticale, con i livelli più umidi e freddi alla base dove predominano i muschi e le felci, sostituiti mano a mano che si sale verso l’alto dai livelli più temperati, dove si incontrano piante di aquilegia e silene in mezzo ad estese faggete. Le impervie pareti dell’orrido, dove nidifica l’aquila reale, arrivano in alcuni punti fino a 200 metri di altezza. Dal 1 luglio vengono organizzate visite guidate a cura del personale del reparto carabinieri biodiversità di Lucca. I visitatori possono usufruirne il mercoledì e la domenica. Vengono effettuati due ingressi: uno

alle 11,30, della durata di quattro ore, durante il quale viene effettuato l'intero percorso turistico, da Ponte a Gaio alla Piscina. Un secondo ingresso, alle 14,30, della durata di due ore, da Ponte a Gaio alla fine delle Prigioni. Ad ogni visita sono ammessi 15 partecipanti.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro