Quotidiani locali

Ballottaggi in Toscana: crolla il centrosinistra. Pisa, Massa e Siena al centrodestra - Video

Cambia la geografia politica della Regione. La Lega trascina la coalizione ed espugna le tradizionali città rosse. Vincono Conti a Pisa e Persiani a Massa. A Siena dopo un testa a testa trionfa il centrodestra. Il Pd resiste solo a Campi Bisenzio

Cambia la geografia politica della Regione. La Lega trascina la coalizione ed espugna le tradizionali città rosse. Vincono Conti a Pisa e Persiani a Massa. A Siena, dopo un testa a testa, trionfa il centrodestra. Il Pd resiste solo a Campi Bisenzio.

QUI PISA

A Pisa vittoria per Michele Conti, candidato sostenuto dalle sue tre liste originarie: Lega, Forza Italia, Noi Adesso Pisa e Fratelli d’Italia, che si impone con il 52,3% battendo il candidato del centrosinistra Andrea Serfogli fermo al 47,7%. «Non è la vittoria della Lega - dice Conti - ma di tutto il centrodestra e di tutta la città che da anni aspettava questo momento. Salvini rappresenta l’uomo chiave della politica di oggi e ci ha dato una grande mano, ma è la vittoria di tante persone che in questi anni hannosfidato il granitico Pd. Il vento ècambiato, noi siamo la discontinuità. Renderemo sicura e gradevole la città».

Comunali, la Lega conquista anche Pisa: l'attesa, i cori per la vittoria e le prime promesse Mentre i suoi sostenitori esultano davanti al suo comitato con cori e slogan, Michele Conti (centrodestra) pronuncia le sue prime parole da sindaco di Pisa: "Il primo tema da affrontare è quello della sicurezza ed è - dice il sindaco leghista eletto con il centrodestra - un'emozione incredibile. Era impossibile pensare a questa vittoria fino a qualche anno fa. E' stata resa possibile dall'impegno di tutti, anche di chi si era candidato prima di me ma non ce l'aveva fatta" - L'ARTICOLO Video di Andrea Lattanzi

Pisa, Michele Conti nuovo sindaco: l'ingresso in Comune Il candidato del centrodestra dalla sede del comitato elettorale di via Oberdan arriva a Palazzo Gambacorti (video Stefano Taglione) - L'ARTICOLO

QUI MASSA

A Massa , trionfo di Francesco Persiani, sostenuto dalla Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e altre due liste civiche. Persiani si impone con il 56,6% contro il 43,4% di Alessandro Volpi, sindaco uscente sostenuto dal Partito Democratico e altre 6 liste civiche. «Il mio primo impegno - dichiara Persiani - sarà per i disoccupati, per l’emergenza lavoro  Ora pensiamo a entrare in Comune. La mia priorità sarà quella di ascoltare tutti, di esserci, per i massesi e per tutti quei cittadini che hanno fatto in modo che questa avventura diventasse una cavalcata verso la vittoria, verso palazzo civico».

Massa, Persiani nuovo sindaco: tutta la gioia dei suoi sostenitori Francesco Persiani è il nuovo sindavo di Massa. Nel video di Claudio Cuffaro la gioia per la vittoria, le prima parole del neo sindaco e la "marcia" verso il Comune

QUI SIENA

Dopo un testa a testa, a Siena vince Luigi De Mossi, candidato di punta del centrodestra che lo aveva accompagnato al primo turno elettorale con Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e una lista civica. De Mossi ottiene il 50,8% contro il 49,2% di Bruno Valentini, sostenuta da Partito Democratico e da una lista civica. «Sono ancora sotto l'effetto di questa notizia: come nel Palio dove conta arrivare primi. Una vittoria storica, abbiamo cambiato la storia di questa città». Queste le prime parole del neo sindaco De Mossi. «Non abbiamo voluto fare apparentamenti, mantenendo la nostra coalizione tutta unita e questo ci ha consentito di dialogare con tutti».

Comunali, la disfatta Pd vista da Siena: ''La gente aveva bisogno di un cambiamento'' Dopo settant'anni di predominio dei partiti di sinistra, il comune di Siena ha eletto per la prima volta un sindaco di centrodestra, Luigi De Mossi. Il giorno dopo le elezioni la vita in città prosegue normalmente: fervono i preparativi per il Palio, i turisti affollano i vicoli, gli anziani chiacchierano per strada. Ma come ha fatto il Partito democratico a perdere la gestione di Siena malgrado il salvataggio del Monte dei Paschi? "La gente aveva bisogno di un cambiamento", ripetono in tanti, compreso il nuovo sindaco. "Abbiamo pagato un giudizio critico sul Pd nazionale", gli risponde l'ormai ex primo cittadino Bruno Valentini, che attacca i vertici nazionali del partito: "Ci condannano solo a sconfitte, qualcuno di loro dovrebbe lasciare la politica, in coerenza con le sue dichiarazioni". Un elettore storico di sinistra invita a riflettere: "Non sappiamo più stare tra la gente. Chi è causa del suo mal pianga se stesso". di Andrea Lattanzi

QUI PESCIA

A Pescia , invece, vince Oreste Giurlani, sindaco uscente ma scaricato dal Partito Democratico e sostenuto ora da 5 liste civiche: 61,3% per Giurlani contro il candidato Francesco Conforti del centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e una lista civica) fermo al 38,7%.

Elezioni a Pescia: Giurlani ancora sindaco tra brindisi ed emozioni Oreste Giurlani si riprende il Comune di Pescia al ballottaggio con il 61% dei voti. Ecco la festa dopo il successo (video Paolo Nucci) - L'ARTICOLO

QUI PIETRASANTA

A Pietrasanta trionfa Alberto Stefano Giovannetti, candidato di centrodestra (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e una lista civica) che batte il candidato del Partito Democratico e di una lista civica Ettore Neri. Giovannetti si impone con il 52,2% contro il 47,8% di Neri.

Alberto Giovannetti festeggia per il...
Alberto Giovannetti festeggia per il successo a Pietrasanta (Foto Ciurca)

QUI CAMPI BISENZIO

Ultimo Comune al voto è quello di Campi Bisenzio. Il sindaco uscente Emiliano Fossi, candidato di Partito Democratico e tre liste civiche, si conferma primo cittadino con il 54,3%. Battuta Maria Serena Quercioli, candidata di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e una lista civica, ferma al 45,7%.

I RISULTATI NELLE SEI CITTA':

Ballottaggi in Toscana, il commento del direttore del Tirreno Luigi Vicinanza Cambia la geografia politica della Regione. La Lega trascina la coalizione ed espugna le tradizionali città rosse. Vincono Conti a Pisa e Persiani a Massa. A Siena dopo un testa a testa trionfa il centrodestra. Il Pd resiste solo a Campi Bisenzio - I RISULTATI

Questi i dati dell'affluenza definitiva. A Pisa il dato si è fermato al 55,8%, mentre a Massa siamo al 54,87%, a Pescia siamo al 43,31%, in calo di quasi 12 punti rispetto al primo turno. A Pietrasanta affluenza al 57,2% contro il 61,7% del primo turno. A Campi Bisenzio affluenza al 43,28%.

Alle 19 l'affluenza per i ballottaggi, a Massa è stata del 39,44%, rispetto al 43,73% registrato alla stessa ora del primo turno del 10 giugno. A Siena del 41,39% (47,78%). In calo anche a Pisa, dopo l'impressione di una leggera controtendenza registrata alle 12: affluenza al 42,09% contro il 43,07% del primo turno.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro