Quotidiani locali

Elezioni comunali in Toscana: ballottaggio nelle grandi città, M5S fuori da tutti i duelli. I risultati

A Pisa, Massa e Siena il sindaco sarà deciso il prossimo 24 giugno. Avanza la Lega (primo partito a Pisa), frenata dei grillini. Partito Democratico in difficoltà

L’onda è solo verde. Non c’è giallo nella Toscana andata alle comunali e forse è la sorpresa più grossa di questa tornata. Il primo partito d’Italia sembra non riuscire a radicare una classe dirigente nell’unica roccaforte rossa rimasta nel Paese, non abbastanza da generare continuità e una “scuola” di amministratori. Il M5S sono fuori dai ballottaggi in tutti e tre i capoluoghi. Prevedibile, si potrebbe dire. Eppure sarebbe il segno di una frenata. Così dappertutto i testa a testa del 24 giugno potrebbero seguire uno schema classico: sinistra-destra.

Amministrative, Salvini: "Dati straordinari, commoventi a Terni e Pisa" "Dati straordinari: abbiamo aumentato il numero di sindaci, abbiamo raggiunto percentuali commoventi come il 29% a Terni e il 25% a Pisa, giusto per non stare nel lombardo-veneto. Si vede che i primi giorni del governo sono stati giudicati bene". Lo ha detto il ministro dell'Interno e segretario della Lega, Matteo Salvini, in conferenza stampa in via Bellerio dopo il Consiglio federale, commentando i risultati delle amministrative. Quanto ai ballottaggi ha escluso "apparentamenti" con i 5 stelle. - L'ARTICOLO: Pisa, è ballottaggio

IL VOTO A PISA.  Nella città della Torre sarà testa tra Andrea Serfogli (centrosinistra) e Michele Conti (centrodestra). Conti chiude in leggero vantaggio su Serfogli. Gabriele Amore (M5S) è appena sopra il 10%. Ma il dato saliente è che la Lega è il primo partito in città. ( qui i dettagli )

IL VOTO A MASSA. Qui ballottaggio tra Alessandro Volpi (centrosinistra) e Francesco Persiani (centrodestra). Lo spoglio si è chiuso con avanti Volpi con il 33,9%, Persiani ha ottenuto il 28,1%. La grillina Luana Mencarelli è al 15%. L'affluenza alla chiusura delle urne è stata del 62,22%: cinque anni fa il dato era del 66,75%.  ( qui i dettagli )

IL VOTO A SIENA. Anche a Siena sarà ballotaggio: lo scrutinio si è chiuso con Bruno Valentini del centrosinistra al 27,4% e Luigi De Mossi al 24,2%. L'affluenza scesa dal 68,4% del 2013 al 63,08% del 2018. ( qui i dettagli )

IL VOTO A PIETRASANTA. A Pietrasanta la sfida del 24 giugno sarà tra Alberto Stefano Giovannetti (centrodestra) con il 39,8% ed Ettore Neri (centrosinistra) con il 33,7%. L'affluenza definitiva è stata del 61,68%, in calo leggero rispetto al 2013 quando i votanti erano stati il 63,52% degli aventi diritto. ( qui i dettagli )

IL VOTO IN PROVINCIA DI PISTOIA.  A Pescia è ballottaggio tra Oreste Giurlani (liste civiche) che ha raggiunto il 38,9% e Francesco Conforti (centodestra) al 22,6%. A Ponte Buggianese eletto Nicola Tesi della lista civica "Il Ponte di tutti" con il 49,32% dei voti davanti a Maria Giulia Romani con il 34,02%. 

IL VOTO IN PROVINCIA DI PISA. Per Santa Maria a Monte il dato dell’affluenza definitiva è del 53,36%, in netto calo rispetto a cinque anni fa quando si era fermato al 61,15%. Riconfermato il sindaco uscente Ilaria Parrella in Nuti con il 63,2% dei voti. Anche a Montecatini Val di Cecina riconfermato il sindaco uscente Sandro Cerri che ottiene un poderoso 88,53% contro l'avversario Marco Costanzi. Qui la percentuale di votanti alle 23 è del 65,9% rispetto al 75,19% di cinque anni fa.

IL VOTO IN PROVINCIA DI GROSSETO. È stata del 66,17% (nella tornata precedente era stata del 71,45%) la percentuale degli elettori che hanno esercitato il diritto di voto nei quattro Comuni grossetani al voto. A Gavorrano , dove ha votato il 59% degli eventi diritto rispetto al 64,03% del 2013, ha vinto Andrea Biondi con il 38,47% dei voti davanti a Gaetano Di Curzio con il 26,84%. 

A Magliano in Toscana affluenza al 74,35% contro il 76,55% di cinque anni fa. Vince Diego Cinelli (centrodestra) con il 58,37% dei voti contro il 41,62% del rivale Giancarlo Tei.

A Monte Argentario l'attesa del voto si è trasformata in un parapiglia. La candidata del centrodestra Priscilla Schiano è stata aggredita verbalmente da un uomo. Ne è scaturita una discussione accesa che ha coinvolto anche altre persone. Volati sputi e la candidata, a quel punto, si è sentita male ed è svenuta. Un'ambulanza è intervenuta per soccorrerla. Al termine dello spoglio ha vinto Franco Borghini (centrosinistra) con il 46,65% proprio su Priscilla Schiano (centrodestra) ferma al 41,49%. Qui l'affluenza è stata del 67,30% (69,15% nel 2013).

A Semproniano affluenza record all'80,17% (81,11% nel 2013). Vittoria per Luciano Petrucci con il 53,6% dei voti su Alfonso Cavezzini fermo al 46,39%.

IL VOTO NELLE ISOLE. A Capraia Isola eletta Ida Maria Bessi con il 71,86%. L’affluenza definitiva è del 72,68%, nel 2013 era stata del 63,52%. Primo voto per il Comune unico Rio dove vince Marco Corsini con il 41,81% dei voti davanti a Umbero Canovaro al 35,58% e Marcello Barghini al 22,59%. L'affluenza definitiva è del 66,72%.

IL VOTO A POGGIO A CAIANO. A Poggio a Caiano , unico Comune al voto in provincia di Prato, eletto Francesco Puggelli per il centrosinistra che ha battuto Diletta Bresci con il 59,26% di voti. Qui ha votato il 54,13% degli elettori (57,8% nel 2013).

Ecco la lista completa di tutti i Comuni al voto con i link per seguire in tempo reale tutto lo spoglio, dalle prime proiezioni fino ai risultati finali.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro