Quotidiani locali

È morto Stephen Hawking, l'astrofisico a caccia dei primi passi dell'universo - Video

Si è spento a Cambridge a 76 anni. Da giovane fu colpito dalla Sla che lo costrinse sulla sedia a rotelle: brillante divulgatore e icona pop

L'astrofisico di fama mondiale Stephen Hawking è morto all'età di 76 anni. Lo afferma un portavoce della sua famiglia. Hawking è morto nella sua abitazione a Cambridge.

VIDEO. Le sue teorie in 60 secondi

Le teorie di Stephen Hawking in 60 secondi Stephen Hawking potrebbe davvero vincere il Nobel per le sue teorie su buchi neri e universo. Ecco i suoi studi condensati in 60 secondi (con le dovute semplificazioni)

 "Siamo profondamente addolorati nell'annunciare che nostro padre è morto - affermano Lucy, Robert e Tim, i figli di Hawking -. E' stato un grande scienziato e un uomo straordinario il cui lavoro continuerà a vivere per anni. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo brillante humor, hanno ispirato molti nel mondo".

Hawking soffriva di sclerosi laterale amiotrofica che lo ha costretto sulla sedia a rotelle per la maggior parte della sua vita da adulto: la malattia gli era stata infatti diagnosticata all'età di 21 anni. Professore dell'Università di Cambridge, Hawking ha ridefinito la cosmologia proponendo l'idea che i buchi neri emettono radiazioni e poi evaporano. Lo scienziato ha infatti attuato la teoria quantistica ai buchi neri, che emettono radiazioni che li fanno poi evaporare.

VIDEO. "L'umanità scomparirà e sarà solo colpa sua"

"Scompariremo e sarà tutta colpa nostra": l'ultimo avvertimento di Stephen Hawking In un'intervista alla Bbc, Stephen Hawking ha lanciato un nuovo avvertimento all'umanità: "Se entro mille anni l'essere umano non imparerà a domare la propria aggressività potrebbe auto-distruggersi con una guerra nucleare o batterica". Secondo lo studioso britannico una soluzione al problema esiste a cura di Valentina Ruggiu

Questo processo aiuta a spiegare la nozione che i buchi neri sono esistiti a livello micro fin dal Big Bang e che più piccoli sono più velocemente evaporano. Il suo libro 'Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo', pubblicato nel 1988, gli ha assicurato fama mondiale, con 10 milioni di copie vendute in 40 diverse lingue.

Il suo personaggio divenne un'icona pop, per via delle sue condizioni di salute, ma soprattutto per le grandi qualità di divulgatore che seppe mostrare. Indimenticabile la sua ironia sferzante e la capacità di coinvolgere anche i non esperti in discussioni su temi molto complessi.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro