Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
$alttext

Vino, il settore non va gravato dalla burocrazia

Coldiretti: "Ben vengano le norme per la tutela del settore, ma al tempo stesso auspichiamo che queste non si traducano in orpelli"

FIRENZE. Quello del vino, in Toscana e in Italia,  è "un settore molto dinamico, che spesso deve fare i conti con un sistema burocratico complesso. Ben vengano le norme per la tutela del settore, ma al tempo stesso auspichiamo che queste non si traducano in orpelli che rendono meno competitivo un comparto così importante per l'economia regionale". Lo afferma il direttore di Coldiretti Toscana Antonio De Concilio.
   "Anche per questo - sottolinea in una nota - dovremo essere capaci di tutelare l'integrità del vigneto toscano, da ogni tentativo di speculazione". De Concilio ricorda che "le superfici vitate nella Toscana sono oltre 57mila ettari con una produzione di circa 3,5 milioni di quintali di uve che vengono trasformati in 2,8 milioni di ettolitri di vino. La Toscana rappresenta il 6,3% del vino italiano attestandosi come sesta regione per produzione. Oltre il 70% dei vini  è venduto sui mercati esteri (export 2017: 900 milioni di euro). In pratica una bottiglia su cinque di vino italiano bevuta oltre confine, viene dalla Toscana".
   Il presidente di Coldiretti Toscana Tulio Marcelli ricorda che "la Toscana ha di recente adeguato la normativa regionale alle disposizioni dei regolamenti comunitari e ai decreti ministeriali in tema di viticoltura, tra i quali spiccano le novità introdotte dall'Ue con il sistema delle autorizzazioni all'impianto, che ha sostituito il sistema dei diritti di reimpianto".

"Speravamo che nell'occasione, la Regione introducesse elementi di semplificazione e eliminasse una serie di pesanti passaggi burocratici che gravano sulle imprese agricole. In questo senso - conclude - avevamo avanzato delle precise proposte che sono state però accolte solo in minima parte".

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori