Quotidiani locali

Esplode palazzina, disperso estratto dalle macerie: è grave

Arezzo: la deflagrazione a Chiusi della Verna. Si sbriciola una palazzina di tre piani: i pompieri hanno raggiunto l'uomo scavando a mano. Impiegati anche i cani e la squadra Usar che socccorse le vittime di Rigopiano

AREZZO. Esplode una bombola del gas e crolla parte di una casa. Solo alle 19, dopo tre ore di ricerche, i vigili del fuoco sono riusciti ad estrarre dalle macerie l'uomo rimasto imprigionato sotto le macerie di una palazzina di tre piani dannerggiata dallo scoppio a Chiusi della Verna (Arezzo). Sul posto sono arrivate subito squadre dei vigili del fuoco da Bibbiena, Portovecchio e da San Piero in Bagno e alcune ambulanze. L'uomo è stato affidato ai soccorritori del 118, è stato estratto vivo, è coscijte, ma le sue condizioni sono gravi.

L'uomo abita a Chiusi della Verna (Arezzo) da quattro anni, nella casa crollata. Di origini bosniache, sposato e padre di un figlio, al momento dello scoppio sembra fosse solo nell'abitazione perché la moglie era a Cesena per lavoro, città da cui sta rientrando. L'abitazione si trova in una zona boscosa in località Valle della Meta. I vigili sono riusciti a raggiungere il disperso scavando a mano e per alcuni minuti, prima di riuscire a sotrarlo alla montagna di detriti sotto cui era rimasto bloccato, hanno provato a parlarci per calmarlo e sincerarsi delle sue condizioni. Era uno degli abitanti dell'edificio, si pensa l'unico presente nella palazzina di tre piani quasi completamente distrutta nell'esplosione. Sul posto sono era arrivato anche l'elisoccorso Pegaso.

Per le ricerche sono stati allertati anche gli uomini della squadra Usar (Urban Search And Rescue) e i nuclei cinofili dei pompieri, il corpo diventato famoso per gli interventi eorici durante il terremoto in centro Italia e le ricerche dei dispersi imprigionati nell'hotel di Rigopiano travolto da una maxi valanga in Abruzzo. Al momento pare esclusa la presenza di altre persone dentro la casa.

Illesi i tre componenti di un altro nucleo familiare che abita in una casa vicina a quella dell'esplosione, una madre con tre bambini: la loro abitazione è rimasta danneggiata e sono in corso di valutazione le condizioni. Il disperso poi salvato è stato trasportato dal 118 in ospedale con trauma toracico, traumi agli

arti inferiori e ustioni di primo grado al viso. Non è tuttavia in pericolo di vita. Inoltre, sul crollo sono in corso indagini da parte dei carabinieri e dei vigili del fuoco ma pare ormai certo che si sia trattato dello scoppio di una bombola di gas. La zona stata messa in sicurezza.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro