Quotidiani locali

Vai alla pagina su Alluvione a Livorno

Nubifragio sulla costa toscana: 7 morti a Livorno

Distrutta una famiglia. Caos a Montenero, Ardenza, Tirrenia. Chiusa la linea ferroviaria tra Livorno e Cecina. Il sindaco chiede lo stato di calamità. Tra le 7 vittime, un giovane morto in uno scontro frontale sulla via Emilia: è ancora da stabilire la dinamica e il collegamento con il maltempo. Due i dispersi

  • Il nubifrago di questa notte si è abbattuto con forza su Livorno, dove sono piovuti 230mm di pioggia in 3 ore
  • Sei persone sono morte per le conseguenze del maltempo
  • Una settima è morta in un incidente stradale sulla via Emilia, nel comune di Santa Luce
  • Delle sette vittime, quattro fanno parte della stessa famiglia di cui unica superstite è una bambina di tre anni, salvata dal padre rimasto a sua volta vittima nella casa diventata una trappola d'acqua
  • Due persone sono rimaste ferite sul litorale pisano
  • Ci sono due dispersi

(notizia in aggiornamento)

LIVORNO. Maltempo sulla costa toscana. Un temporale lunghissimo, con il vento forte che ha soffiato a raffiche, su tutta la costa toscana ha creato danni gravi tra Pisa e Livorno. La situazione più grave viene registrata a Livorno. La città si è svegliata ferita, sgomenta. Il bilancio, ancora aperto, di sette morti e due dispersi. Problemi di viabilità lungo le strade in tutta le regione. Frane e smottamenti nelle zone collinari. Disagi anche a Prato, Pontedera e nell'Empolese.

Nubifragio a Livorno: "Abbiamo sentito un boato, un bimbo era intrappolato in un cancello" Il drammatico racconto di Alice Del Corso di Quercianella. È stata svegliata dal nubifragio e ha visto un fiume d'acqua e fango inondare la sua casa e quella dei vicini. Un bimbo è stato salvato dalla furia della corrente: era intrappolato in un cancello (intervista di Ilenia Reali, video di Cesare Bonifazi)

QUI LIVORNO. Quello di Livorno è un bilancio tragico. La pioggia ha cominciato a cadere a partire dalle 20 di sabato e non ha smesso fino all'alba provocando esondazioni dei torrenti e allagamenti soprattutto nelle zone dello Stillo, Salviano, Ardenza, Collinaia, Apparizione. In alcuni punti sono caduti 230 mm di acqua in tre ore

Una famiglia è stata spazzata via mentre si trovava nella propria casa che, nel cuore della notte, si è allagata. Padre, madre e  figlio, Simone Ramacciotti e Glenda Garzelli con il piccolo Filippo di 4 anni, sono morti. Così come il nonno Roberto mentre tentava disperatamente di portarli in salvo. Voleva aiutare il figlio rientrato nell'appartamento, dopo che era riuscito per portare in salvo la figlioletta più piccola, Camilla di 3 anni.

Quando i due uomini si sono ributtati nell'acqua, che ormai riempiva completamente l'appartamento del piano terra (parzialmente interrato), era troppo tardi: non ce l'hanno fatta. Il nonno non è riuscito a salvare il nipote più grande, appena quattro anni festeggiati proprio sabato sera e neppure a riportare fuori il figlio. I due uomini non sono riusciti a tirarsi in salvo. I tre adulti lavoravano tutti nell'agenzia di Empoli delle Assicurazioni Generali.

Un'altra persona è deceduta in via della Fontanella: si tratta di Raimondo Frattali, di 70 anni. La moglie e la figlia si sono salvate salendo sul tetto. La sesta vittima è stata ritrovata in via Sant'Alò. È Roberto Vestuti, 74 anni di Carrara.

Nubifragio a Livorno, ecco la casa in cui hanno perso la vita 4 persone Nella villa, allagata a causa del maltempo che ha investito Livorno, hanno perso la vita 4 persone. Tutte quante, stando alle prime ricostruzioni, al momento del nubifragio si trovavano nel seminterrato che affaccia sul cortile - L'articolo

Ci sono ancora due persone disperse. Si tratta della moglie di uno dei superstiti, Filippo Meschino, ritrovato attaccato a un albero ai Tre Ponti dove era arrivato da Collinaia trascinato dal Rio Ardenza, a circa due chilometri. La coppia - si erano sposati lo scorso 15 luglio - è stata investita da un'onda d'acqua talmente forte che ha abbattuto la porta blindata della loro casa. Sono riusciti a tenersi per mano per alcuni metri, poi sono stati separati. E della donna, Martina Bechini, non c'è più traccia.

L'altro disperso è un uomo, Gianfranco Tampucci. Anche lui viveva in via D'Alò, in una baracca. È stata spazzata via dalla furia dell'acqua e dell'uomo non ci sono più notizie. Per tutto il giorno li hanno cercati ovunque, anche in mare.

Nelle zone collinari di Montenero e di Monterotondo si sono verificati smottamenti e frane. Hanno tracimato i fiumi Rio Ardenza e Rio Minore. All'altezza di Vicarello la Fi-Pi-Li è rimasta a lungo chiuso per allagamenti e in serata è stata riaperta in direzione Livorno. La partita del Livorno è stata annullata.

Intanto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni su Twitter ha espresso sostegno alla città: "L'Italia tutta abbraccia Livorno. Vicinanza alle famiglie delle vittime, pieno sostegno a sindaco e Regione per fronteggiare l'emergenza".

LE CAUSE/ Il meteorologo. Fra la notte e le prime ore di domenica 10 a Livorno è caduta in 4 ore la pioggia di 3 mesi e questo ha determinato un "effetto tappo" nei confronti dei fiumi già ingrossati dagli enormi quantitativi di pioggia. È questo, secondo il meteorologo Simone Abelli del Centro Epson Meteo, quello che ha scatenato la tragedia.   "Da un lato - spiega Abelli - , abbiamo avuto nubifragi insistenti, già di per sè in grado di causare alluvioni lampo, allagamenti, frane e smottamenti. Dall'altro lato, in sinergia con le precipitazioni estreme, abbiamo avuto le correnti dirette dal mare verso la terraferma, che hanno accompagnato l'evento. Proprio queste correnti hanno generato un "effetto-tappo" nei confronti dei fiumi. Mentre i fiumi tentavano di far defluire l'acqua nel mare, i forti venti di direzione contraria, spingendo le onde del mare verso l'interno, hanno ostacolato questo processo: esattamente come fa un tappo. Di conseguenza, non avendo trovato altri sbocchi, l'acqua dei fiumi si riversata sulle aree adiacenti la foce che sono state, in tal modo, allagate''.

QUI ROSIGNANO. Un'altra vittima in uno scontro frontale sulla via Emilia , non è stato stabilito se la morte sia legata al maltempo. Nell'incidente, a perdere la vita è stato il livornese Matteo Nigiotti, avvenuto tra i territori comunali di Collesalvetti e Cecina sono rimasti feriti anche un bambino di 12 anni e il padre. Una tromba d'aria si è abbattuta nel centro di Rosignano Solvay intorno alle 5 della notte fra il 9 e il 20 settembre. Alle 6,30 è stato allestito il Coc (centro operativo comunale). Intorno alle 3, è tracimato il torrente Chioma. Alla sede della Pubblica assistenza di Rosignano sono state ospitate 15 persone che erano al villaggio Azzurro, completamente allagato.

QUI PISA. Il maltempo su Pisa ha causato maggiori danni sul litorale con alcuni stabilimenti devastati dal vento. Il bilancio è di due persone ferite. La prima è stata raggiunta sulla schiena da una tettoia caduta al Bagno La Perla. La seconda al vicino Bagno Corallo è stata colpita da una vetrata sulla fronte.

La situazione più critica si è registrata ieri intorno alle 21: danni a strutture ricettive e stabilimenti balneari, allagate le strade a Marina di Pisa e Tirrenia. Sono almeno 200 i negozi e i garage invasi dall'acqua e danneggiati dal temporale della scorsa notte su tutto il territorio comunale. Centinaia le richieste di intervento ai vigili del fuoco ancora da evadere. "Attenzione - conclude la prefettura - viene prestata anche ai comuni di Cascina, San Giuliano Terme, Vecchiano e dell'Alta Valdera che hanno subito allagamenti in diverse strade con temporanea interruzione della viabilità".

QUI PRATO. Disagi alla circolazione anche a Prato a causa della forte pioggia. Numerose le strade chiuse a causa degli allagamenti che si sono verificati. In totale una ventina di interventi durante la notte per l'allagamento di scantinati soprattutto nella zona tra Galciana e Iolo. Rinviata la semifinale della Palla Grossa, prevista nel pomeriggio all'ex Ippodromo, tra Azzurri e Verdi.

Nubifragio a Livorno, l'innondazione vista dall'alto: le riprese aeree Le immagini dei Vigili del Fuoco mostrano l'entità dei danni causati dal maltemo nelle zone della Quercianella, Collinara, Rosignano Solvay in provincia di Livorno

Disastro a Livorno, strade e case allagate Il racconto video dei danni provocati dal maltempo - L'ARTICOLO (video Marzi)

Maltempo, allarme a Livorno: nubifragio e allagamenti Vittime e dispersi: situazione critica a Livorno dopo il nubifragio che si è abbattuto nella notte sulla città. I quartieri più colpiti sono Collinaia e Ardenza e Montenero, per l'esondazione di alcuni dei torrenti cittadini e il fango che ha invaso gli scantinati delle case.

Maltempo, Livorno si sveglia ferita Alberi sradicati, auto spostate di metri e ribaltate. Morti a Livorno, feriti a Pisa - L'ARTICOLO

GLI ALTRI CONTENUTI

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics