Quotidiani locali

Vai alla pagina su È domenica
Se la vecchia sinistra torna ad essere nuova

Se la vecchia sinistra torna ad essere nuova

La quasi vittoria di Jeremy Corbyn in Inghilterra, dopo l'onorevole sconfitta di Sanders alle primarie democratiche Usa. Due leader un po' "demodé" che conquistano i giovani. La Grande Crisi riporta in primo piano l'esigenza di giustizia sociale

Il nuovo ha il volto del vecchio Jez. Sì, il socialista senza futuro, l’inglese Jeremy Corbyn. Jez, appunto, per i suoi giovani ed entusiasti sostenitori. Ha “quasi vinto” le elezioni in Gran Bretagna, appena due punti sotto Theresa May, la premier senza maggioranza. Un vecchio arnese del laburismo d’annata capace di proporre senza imbarazzo la tassazione delle rendite finanziarie. Come il suo compagno d’oltreoceano Bernie Sanders, amato e sostenuto, nella sfida persa con Hillary Clinton, dai millennials, la generazione dei venti/trentenni. I nati tra la fine del “secolo breve” e l’avvio del “secolo digitale” ci mandano un segnale.

I paragoni con gli Stati Uniti e con l’Inghilterra rischiano sempre di essere monchi. Ma in Italia non è stato massiccio il No giovanile nel referendum costituzionale dello scorso dicembre? Durante la campagna elettorale – ma è mai finita? – l’allora presidente del consiglio Matteo Renzi evocò la “maggioranza silenziosa” che senza recriminare né protestare avrebbe garantito il successo dei Sì.

Previsione infausta. Il concetto di maggioranza silenziosa, un residuato democristiano degli anni ’70. Riesumando quell’espressione Renzi faceva suo ciò che politologi italiani ed europei hanno insegnato per trent’anni: una forza di sinistra vince le elezioni solo se sfonda al centro, se contende quel 5-15 per cento di elettori che vuole essere rassicurato; insomma un centro-sinistra che annacqui il rosso.

Vero fino allo scoppio della Grande Crisi. In un decennio la maggioranza silenziosa composta dal ceto medio produttivo s’è dissolta. Impoverita, impaurita. Soppiantata dai figli in debito di futuro. Ricompare a sorpresa la sinistra-sinistra

e pone vecchi e nuovi dubbi. Vuoi vedere che il populismo e lo strapotere della finanza globalizzata può essere contrastato tornando a sognare la giustizia sociale e a lottare contro le diseguaglianze tra ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più poveri?

Buona domenica.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro