Quotidiani locali

Vai alla pagina su Gabriele Del Grande libero
Gabriele Del Grande riesce a telefonare a casa: Sto bene

Gabriele Del Grande riesce a telefonare a casa: "Sto bene"

Il blogger riesce a parlare con la compagna che con la famiglia l'aspetta a Lucca

ISTANBUL. Gabriele Del Grande, il blogger detenuto in Turchia dal 9 aprile, telefona a casa e parla con la compagna Alessandra D'Onofrio. Lo rassicura sulle sue condizioni di salute e s'intrattiene qualche minuto con lei. Il tempo necessario per ricaricare le pile e proseguire la prigionia in attesa di essere liberato.

LE PAROLE DI ALFANO

"L'incontro di Gabriele Del Grande con il console e l'avvocato ha già avuto luogo. Gabriele ha già avuto l'opportunità anche di incontrare da solo il suo avvocato. Ci risulta stia bene e che stia facendo uno sciopero della fame nutrendosi solo di liquidi. Ha comunque l'assistenza di un medico che io ho chiesto e ottenuto dalle autorità turche". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Angelino Alfano.

"Intanto prosegue il nostro lavoro diplomatico", ha aggiunto Alfano. "Sono in costante contatto con le autorità turche per ottenere il rilascio nei tempi più rapidi possibili".

Firenze, sul ponte Santa Trinita si manifesta per Gabriele Del Grande Circa un centinaio di persone si sono ritrovate a Firenze sul ponte Santa Trinita per proseguire la campagna che chiede il rilascio di Gabriele Del Grande, giornalista italiano fermato in Turchia. Come in altre città italiane, anche nel capoluogo toscano le foto del giovane documentarista sono state esposte con l'hashtag #iostocongabriele.VIDEO DI ANDREA LATTANZI

L'AVVOCATO DI GABRIELE

L'Ansa ha parlato anche con Taner Kilic, l'avvocato turco di Del Grande. "Non ci è stata data alcuna informazione su eventuali capi di imputazione nei confronti di Gabriele - ha detto l'avvocato -  La sua detenzione è del tutto illegale. Non c'è nessun impedimento giuridico al rimpatrio, è un provvedimento punitivo". Kilic faceva parte della delegazione consolare che ha incontrato il giornalista lucchese. "Abbiamo chiesto di vedere il suo dossier - ha aggiunto - ci è stato negato. Al momento, il direttore del centro non ha nessuna informazione riguardo a una sua possibile espulsione".

Flashmob sul Globo per la liberazione di Gabriele Del Grande Pistoia ha voluto esprimere la sua vicinanza al giornalista bloccato in Turchia: Valentina Vettori dell’Arci parla dell’iniziativa (Video Lorenzo Enrico Gori)L'ARTICOLO

Il colloquio fra il diplomatico e Del Grande si è svolto nel centro di detenzione amministrativa di Mugla, sulla costa egea della Turchia, dove è trattenuto il blogger toscano, fermato il 9 aprile al confine con la Siria.

"Da 9 giorni, quando è stato trasferito a Mugla, Gabriele viene tenuto in isolamento - ha detto ancora Kilic. "E'  in sciopero della fame", ha confermato il legale, secondo cui Del Grande "ha detto che ora vuole solo essere liberato e tornare in Italia".

L'ambasciatore turco invita il padre di Gabriele

Intanto l'ambasciatore turco in Italia, Murat Salim Esenli, ha invitato Massimo Del Grande, padre di Gabriele, per un colloquio nella sede della missione diplomatica a Roma.  "In quanto Rappresentanza in Italia della Repubblica di Turchia, - si legge in una nota dell'ambasciata - in collaborazione con le autorità italiane ci stiamo impegnando intensamente e sinceramente, con il desiderio che la situazione delicata formatasi intorno al cittadino italiano Gabriele Del Grande, da qualche giorno in custodia della polizia in Turchia, possa essere rapidamente superata, tenendo in considerazione i forti e amichevoli legami tra i due Paesi alleati come la Turchia e l'Italia".

"Il nostro Ambasciatore Murat Salim Esenli, oggi, ha invitato il padre di Gabriele Del Grande, il signor Massimo Del Grande presso la nostra Ambasciata con questi sentimenti. Saremo molto lieti di ospitarlo nella nostra Ambasciata".

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista