Menu

«Salviamo il Planasia», rivolta all’Elba
contro la sostituzione di un traghetto

Un gruppo su Facebook raccoglie la protesta di molti cittadini contrari al pensionamento della nave attiva sulla tratta Piombino-Rio Marina. Effetto nostalgia, ma anche dubbi sulle caratteristiche tecniche della nave sostituta

Si chiama "Salviamo il Planasia", è stato creato solo da pochi giorni ma già conta 585 iscritti. Stiamo parlando del gruppo nato su Facebook , che riunisce i nostalgici del traghetto Toremar, attivo sulla tratta Piombino-Rio Marina ma in odore di pensione. A giorni, infatti, la nave uscita dal cantiere nel 1980 lascerà la banchina alla Lora D'Abundo. Un traghetto più grande, moderno ed elegante che, tuttavia, non convince tanti abitanti di Rio Marina che si sono iscritti al gruppo aperto creato su Facebook.

Se per alcuni il disagio è puramente sentimentale, come se con l'addio del Planasia si chiudesse un'epoca, non mancano gli iscritti che, forse andando oltre rispetto all'idea originaria del gruppo, hanno messo su una protesta vera e propria contro la Toremar, chiedendo di rinunciare alla sostituzione. I motivi della rivolta sul web sono i dubbi legati all'adattibilità della Lira con un porto esposto al vento come quello di Rio Marina, alla portata di auto sovradimensionata rispetto alla viabilità nell'area portuale di Rio Marina e, infine, alle difficoltà di sbarco per il fatto che il traghetto, a differenza del Planasia, dispone solo di un portellone a poppa.

I dubbi sono stati raccolti dall'Autorità portuale di Piombino e

di Portoferraio e dall'Autorità marittima: «Nel consueto spirito di collaborazione - fanno sapere dall'Appe - è stato avviato ogni ulteriore approfondimento che, alla luce delle caratteristiche tecniche della Lora D'Abundo e delle conseguenti esigenze operative, fornisca le massime garanzie».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro