Quotidiani locali

Vai alla pagina su Un'altra estate

Piombino, il bello nascosto dall’acciaio

"Un'altra estate", la Toscana dei borghi. La quarta tappa dell'iniziativa del "Tirreno" con la Regione: alla scoperta dei luoghi segreti della cittadina marittima

PIOMBINO. Si direbbe una città industriale. La città dell’acciaio. Accostabile unicamente a quel gigante dormiente che si intravede, per ora senza più sbuffi o singulti, dalla strada di ingresso alla città.

Man mano che ci si inoltra nel suo cuore più profondo, però, ogni vicolo svela, come fosse uno scrigno, immagini, colori e sapori che riescono a togliere il fiato. C’è il pescatore che lavora. Non alza mai lo sguardo tanto è impegnato a pulire i suoi pesci. Ma c’è sempre tempo per raccontare una storia di mare a chi, anche per caso, passa dal porticciolo di Marina. Franco, ad esempio, è un gran chiacchierone. Rimarrebbe per ore a parlare della pesca e a raccontare aneddoti sulla sua città.

La quarta tappa di "Un'altra estate": Piombino Il prossimo appuntamento dell'iniziativa "Un'altra estate, incontriamoci nei borghi" è a Piombino. Il 9 agosto si partirà alla scoperta della città, le sue mura, le sue strade e i piatti tipiciL'ARTICOLO


Accade, poi, che svoltando l’angolo appaia improvvisamente il mare, quando meno te l’aspetti. E la vista è di quelle che non si scorda. Piazza Bovio è un gioiello, una terrazza a picco sul mare. E a volte, nei giorni senza foschia, l’aria è talmente tersa che sembra di poter toccare l’isola d’Elba solo allungando una mano. Piombino è tutto questo. È il rumore delle onde che si infrangono sulle calette, è il suono di una storia antica che si diffonde nei vicoli della città ed è l’immagine del verde che avvolge le scogliere.

L'Elba e Piombino dal cielo: meravigliose foto in regalo con Il Tirreno Da martedì 7 agosto in regalo con Il Tirreno, edizione Piombino-Elba, 12 fotografie mozzafiato scattate dall'elicottero dal nostro fotografo Fabio Muzzi. Gli scatti in omaggio col giornale in edicola il martedì e il venerdì. In queste immagini i preparativi e alcune delle foto che troverete insieme al nostro giornale


Ma Piombino è anche la quarta tappa di “Un’altra estate”, un viaggio attraverso le bellezze della Toscana volto a mostrare le risorse di sette dei suoi paesi. Così, dopo Marciana Marina, Chianni e Pitigliano, tocca a Piombino mostrare le sue carte all’interno di un’iniziativa ideata dal Tirreno, in tandem con la Regione e attraverso la collaborazione di Toscana promozione turistica, Fondazione sistema Toscana, Vetrina Toscana e Feisct. L’appuntamento è per giovedì 9 agosto alle 18 davanti al Torrione e Rivellino, in piazza Verdi. Il viaggio alla scoperta di Piombino comincerà dunque dalla sua torre duecentesca e dalla fortificazione, successiva, che la circonda, testimonianze di un passato che ha lasciato i suoi segni indelebili sul territorio.

Un passato che si manifesta attraverso il Castello, struttura che riflette anni di storia locale, attraverso il parco archeologico di Baratti e Populonia e il relativo museo, dove sono tangibili i segni della civiltà etrusca, ma anche attraverso le sue mura leonardesche, le sue fonti e le sue chiese, come quella di Sant’Antimo o dell’Immacolata, per citarne solo due.

Il complesso del Torrione a Rivellino
Il complesso del Torrione a Rivellino


Si può dire che in ogni vicolo del centro storico di Piombino risuoni l’eco della città che fu. Tradizioni, queste, che si armonizzano con un presente fatto di cultura enogastronomica e sportiva. Con il mare e il paesaggio che sono i punti forti di una città che ha dei panorami splendidi.

Non per niente, un giorno, il gestore di uno stabilimento balneare disse queste parole: «Se tu chiedessi a un pittore di disegnare Baratti non riuscirebbe mai a renderlo più bello di com’è».

La chiesa di Sant'Antimo sopra i canali
La chiesa di Sant'Antimo sopra i canali

IL PROGRAMMA IN 6 PUNTI

1– Quarta tappa del tour

”Un’altra estate” è l’iniziativa del Tirreno e della Regione Toscana realizzata con il supporto di Toscana Promozione Turistica e la collaborazione di Fondazione Sistema Toscana, Vetrina Toscana, Feisct. Dopo le tappe a Marciana Marina (Elba), a Chianni (Alta Valdera), Pitigiano (Grosseto) domani si fa rotta a Piombini.

2– Gli antichi tesori

Ritrovo previsto alle 18 al Torrione e Rivellino per poi procedere a una visita guidata lungo il centro storico della durata di circa 30 minuti con lo storico Marco Carrara.

3. Le prelibatezze locali

La serata inizierà alle 19, in piazza Bovio, e sarà condotta dalla giornalista enogastronomica Irene Arquint. Nel corso dell’evento, al quale prenderà parte anche il direttore del Tirreno Luigi Vicinanza, si parlerà dei prodotti locali e delle bellezze di Piombino.

4. Il dibattito

Ci saranno gli interventi di Stefano Ciuoffo, assessore al turismo della Regione Toscana, Stefano Ferrini, vicesindaco di Piombino, Paolo Del Lama, presidente della cooperativa Venere e produttore di cozze piombinesi, Divina Vitale, direttrice di Bolgheri News.

5. Un menù speciale

Per l’occasione, il Comune ha chiesto ai ristoratori di inserire nel menù un piatto dal titolo “Un’altra estate” contenente polpo, pesce azzurro o cozze. Al termine degli interventi saranno distribuiti piccoli assaggi di prodotti tipici.

6. Prossime destinazioni

”Un’altra estate” continua a Montecarlo di Lucca (23 agosto), Colonnata (30 agosto) e Vinci (9 settembre).

 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro