Quotidiani locali

da oggi al 3 giugno a firenze 

Pinocchio, Harry Potter e tutti gli altri: illustrazioni in mostra

FIRENZE. Tutti insieme appassionatamente. Ma la star è Pinocchio, non può essere altrimenti. Variamente declinata e disegnata, aggiornata e modificata, sempre riconoscibile, la creatura collodiana...

FIRENZE. Tutti insieme appassionatamente. Ma la star è Pinocchio, non può essere altrimenti. Variamente declinata e disegnata, aggiornata e modificata, sempre riconoscibile, la creatura collodiana spicca ancora una volta il volo, primattore e padrone di casa della mostra che oggi si inaugura a Firenze, a Villa Bardini. Curata da Kikka Ricchio per Musicart (che stampa anche il catalogo) l’esposizione, aperta fino al 3 giugno, fa dialogare Pinocchio coi suoi tanti “amici e confratelli” sparsi per il mondo: da Topolino a Harry Potter, passando per Biancaneve, Cenerentola, Heidi, il Gatto con gli stivali, Peter Pan, Cappuccetto rosso, Topo Gigio e via fantasticando.

Promossa e organizzata da Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze come un omaggio all’infanzia e alle sue emozioni, è un viaggio che parte dai disegni dedicati al celebre burattino e attraversa i grandi classici di ieri e di oggi, personaggi che hanno parlato alla fantasia di generazioni di bambini. Cuore della mostra sono i disegni e le tavole originali realizzate dai più noti illustratori del tempo per le collane per ragazzi dell’editrice Salani. Un affascinante racconto per immagini che consente di scoprire i tesori di un archivio che da oltre 150 anni accompagna i lettori di ogni età. Era infatti il 1862 quando a Firenze Adriano Salani iniziava la sua attività editoriale. I primi titoli sono fogli di informazione e di cronaca, ma nel giro di pochi anni arriva il successo dei romanzi popolari, la cui fortuna si lega proprio al nome dei grandi artisti e illustratori che prestano il loro talento per arricchirne l’immagine. I nomi più famosi sono quelli di Carlo Chiostri, col suo stile raffinato fra liberty e art déco, di Alfredo Brasioli che “inquadra” il Pinocchio televisivo di Luigi Comencini con il piccolo Andrea Balestri e la Fata Turchina di Gina Lollobrigida, di Fiorenzo Faorzi che sprigiona, partendo da Topolino, tutto l’universo disneyano, di Carlo Vitali Russo che apre le pagine delle novelle di Andersen e di Perrault, o di Ugo Signorini che tratteggia cinematograficamente la copertina di “Piccole donne” della Alcott, fino ai recenti tratti che Serena Riglietti ha magistralmente impresso ai capitoli della saga di Harry Potter. E mentre va sottolineato l’opera

di digitalizzazione di questo patrimonio a cura del Laboratorio di documentazione della Normale di Pisa, ad affiancare la mostra ci saranno varie eventi e una rassegna alla Compagnia che propone una selezione di grandi classici del cinema di animazione.

Gabriele Rizza

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro