Quotidiani locali

celebrazioni dantesche 

La Divina Commedia recitata in 50 lingue diverse: il progetto

FIRENZE. Ascoltare la lettura della Divina Commedia di Dante Alighieri in quasi cinquanta lingue diverse, con l’obiettivo di arrivare a coprirle tutte, osservando i volti di oltre duemila persone. È...

FIRENZE. Ascoltare la lettura della Divina Commedia di Dante Alighieri in quasi cinquanta lingue diverse, con l’obiettivo di arrivare a coprirle tutte, osservando i volti di oltre duemila persone. È il progetto di Ghislaine Avan, coreografa e artista italo-francese che da 11 anni lavora a “Le La du Monde” per dare voce all’universalità del messaggio della Divina Commedia. Il progetto presentato sarà stasera, in anteprima, all’Auditorium al Duomo di Firenze, con la proiezione di un film di 100 minuti che raccoglie alcuni dei video realizzati da Ghislaine.

Il titolo del progetto racchiude diversi significati: il “La del mondo” inteso come luogo e punto di partenza, ma anche come nota musicale alla quale accordarsi. L’obiettivo di Ghislaine è riuscire a coprire tutti i continenti: al momento restano fuori l’Oceania e l’Asia, ma il desiderio della coreografa è raccogliere maggiori contributi anche in Africa e Sud America. La meta finale è il 2021, per mettere in piedi,

nel settimo centenario della morte di Dante, un’installazione mondiale dal titolo “Divina Babele” con i 100 canti raccolti in un film di 24 ore da proiettare in simultanea su 100 schermi in 100 luoghi diversi. Per sostenere il progetto è stata lanciata una campagna di crowdfunding.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro