Quotidiani locali

Vai alla pagina su Lavoratori sfruttati
$alttext
Segnalazioni

Le ore non pagate sono comuni a tutti

l commento arriva dalla Versilia. Scrive Lucia: «In Versilia l'estate in molti bar, ristoranti, bagni succede proprio così: ti assicurano 3/4 ore al giorno e ne lavori invece 10 tutti i giorni della settimana, arrivando a prendere proprio come dice l'articolo del Tirreno da 3 a 5 euro l'ora». La lettrice prosegue l’analisi dello sfruttamento in questo modo: «Il datore di lavoro ti mette davanti a questa alternativa: se vuoi lavorare è così; altrimenti avanti un altro. Questo è quello che ti dicono. Se ci fossero più controlli magari, se venissero organizzati appostamenti da parte di chi avrebbe il dovere di controllare la regolarità dei contratti queste situazioni non si verificherebbero. Non così di frequente, per lo meno. E non è un problema di crisi o di tasse elevate: è la disonestà di molti imprenditori che vogliono garantirsi enormi guadagni sulla pelle di onesti lavoratori». Il problema, comunque - aggiunge Gianluca Bervicato non riguarda solo la Versilia. Ma

è esteso a tutte le zone e a tutti i lavori del settore «turismo. Tutti hanno in comune lo sfruttamento sulle ore, sulle paghe, sugli impieghi, per lo più in nero.... e in Toscana ci sono parecchie attività ( ristoranti, locali, alberghi) che si arricchiscono grazie a chi si fa in quattro».

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista