Quotidiani locali

Una città in un film: Livorno e Ovosodo, vent’anni di amore. Via alla festa

Una settimana di eventi per celebrare il film di Paolo Virzì. Proiezioni, incontri con gli attori e un tour sui luoghi dei ciak

LIVORNO. «Nessuno più di Paolo Virzì ha rappresentato Livorno nel mondo attraverso la settima arte». Francesco Belais, assessore alla Cultura del Comune di Livorno, non ha dubbi in sede di presentazione di “Vent’anni di Ovosodo”, l’evento che si svolgerà a Livorno dal 18 al 23 luglio, in Fortezza Nuova, per celebrare il ventennale dall’uscita della terza pellicola diretta dal regista livornese. «Sarà una festa, un modo per ritrovarsi in modo informale – gli fa eco Toto Barbato – e ricordare come grazie a quel film Livorno intraprese una rinascita culturale». Lui che in quel film recitò la parte di Mirko, l’amico storico del protagonista Piero Mansani, e che oggi è direttore artistico dell’associazione culturale The Cage, che organizza l’evento in collaborazione con la società di produzione cinematografica Motorino Amaranto e con la media partnership de Il Tirreno. I nostri giornalisti saranno presenti tutte le sere, dalle 19 alle 19.30 con lo spazio Caffè Tirreno… e non solo, per un momento quotidiano di incontro con i cittadini, per raccogliere i loro ricordi, i pensieri e parlare del film e di Livorno. Magari con qualche ospite d'eccezione. “Vent’anni di Ovosodo” sarà una sei giorni di proiezioni, incontri, itinerari, contest e stelle del cinema per un compleanno che coinvolge l’intera città e lo spirito di un territorio nei film di Paolo Virzì. Tutto a ingresso gratuito, sulla Falsa Braga della Fortezza Nuova, in un villaggio attrezzato con spazio ristoro, street food, bar e area cinema e ribattezzato Ovosodo Village.

Cinema, tutti i ciak toscani di Paolo Virzì Classe 1964. Città di nascita Livorno. Il regista Paolo Virzì ha girato diversi film nella città di origine e in Toscana. Ecco quali (a cura di Tecla Biancolatte) L'articolo


Ogni sera alle 22 un film di Virzì, anticipato (dalle 21 alle 22) da incontri con attori, maestranze e altri ospiti a tema, introdotti da Giorgio Algranti e Toto Barbato. Ecco il programma: martedì 18 luglio, Ovosodo (1997); mercoledì 19 luglio, L’uomo che aveva picchiato la testa (2009); giovedì 20 luglio, Baci e abbracci (1999); venerdì 21 luglio, La pazza gioia (2016); sabato 22 luglio, La prima cosa bella (2010); domenica 23 luglio, replica di Ovosodo (1997). Durante le sei serate saranno presenti ospiti di eccezione come: Paolo Virzì, Francesco Bruni, Edoardo Gabbriellini, Marco Cocci, Toto Barbato, Fabio Vannozzi, Campus e De Giuli, Vladimiro Cecconi, Monica Brachini, Bobo Rondelli, Massimo Gambacciani, gli Snaporaz, Emanuele Barresi, Isabella Cecchi, Michele Crestacci, Alessio Fantozzi e tanti altri a sorpresa.

leggi anche:

Paolo VIrzì

Paolo Virzì: la Toscana è il set della mia vita

Intervista al regista per i nostri 140 anni. "Questa regione  è splendore e fierezza, tradizione secolare, astuzia, modernità. Livorno invece si compiace di essere un mondo a parte, bello e terribile. Il Tirreno? Per tutti noi in famiglia era “il giornale'"



Cibo di strada, birre artigianali e internazionali al bar gestito da Bad Elf Pub, caffè e altra gastronomia di qualità, tavoli, sdraio per rilassarsi, mangiare qualcosa, fare due chiacchiere prima, dopo e durante le proiezioni. Per la speciale occasione, il Piccolo Birrificio Clandestino (birrificio artigianale livornese) produrrà un’eccezionale birra commemorativa che porterà il nome “Ovosodo” e sarà servita all’interno del villaggio che ospiterà la manifestazione. Ogni giorno ci saranno itinerari tematici a piedi, in bus e in battello alla scoperta dei luoghi dei film di Paolo Virzì, a cura della cooperativa di servizi culturali Itinera. I percorsi avranno come luogo di partenza l’area intorno alla Fortezza Nuova. È possibile prenotare i tour sul circuito Booking Show ( www.bookingshow.it ) o rivolgendosi a Itinera (0586/894563 o 348/7382094).

Inoltre, ad animare il festival ci sarà anche il contest fotografico #OVOSODO20, che viaggerà su Instagram, in collaborazione con @igerslivorno, e durante tutta la durata della manifestazione sfiderà la città a colpi di scatti fotografici, invitando tutti a reinterpetare una scena di Ovosodo e immortalarsi.
 

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie