Quotidiani locali

Il bizzarro piace e va come un bestseller

Dal manuale per taglialegna, fenomeno editoriale, fino alla scienza applicata alla bistecca: 5 titoli fuori dagli schemi

di Jeanne Perego

Catturano sempre l’attenzione di chi entra in libreria per vedere cosa c’è di nuovo. I libri non convenzionali acchiappano il potenziale lettore per il titolo bizzarro, per la copertina un po’ strana, per la presentazione eccentrica sul retro. Pochi stimoli buttati qua e là, che fanno subito innamorare del volume e decidere di portarlo a casa per scoprire se a tanta originalità corrisponde anche una buona sostanza. E quando la sorpresa iniziale diventa conferma, il piacere di aver scovato una chicca nella giungla delle proposte editoriali è doppio. Chissà, forse tra queste 5 proposte un po’ pazze fresche di stampa c’è il libro che avete sempre voluto leggere. Ed è in libreria ad aspettarvi.

BOSCAIOLI SI DIVENTA

Norwegian wood (Utet, 22 euro) del romanziere norvegese Lars Mytting, di primo acchito sembra un’idea strampalata. Chi mai potrebbe voler dedicare il proprio tempo a leggere un corposo volume intitolato come una canzone dei Beatles che spiega, anche con qualche spruzzata d’ironia, perché approvvigionarsi di legna per il proprio camino o la propria stufa, come farlo, quali alberi è meglio tagliare, che attrezzi sono indispensabili per il taglialegna e come è meglio accatastare i ciocchi per essere sicuri che in inverno diventino un bel fuoco? Magari non tutti, ma chi decide di farlo scopre un libro originale, che oltre a dimostrare che quello che di primo acchito può sembrare semplice spesso non lo è per nulla, conferma che nelle gelide atmosfere scandinave c’è un cuore caldo che batte forte. Un cuore che ogni essere umano che ama la natura può riconoscere come proprio, a qualunque latitudine si trovi. Lo sanno bene gli oltre 500.000 lettori che hanno fatto di questo libro un bestseller in Inghilterra e in Scandinavia, dove è diventato addirittura un emozionante programma televisivo.

IL FASCINO DEGLI INSETTI

Sorprende anche un libretto come quello di Marco Belpoliti, La strategia della farfalla (Guanda, 12 euro) che esplora lo straordinario mondo degli insetti non con la lente dell’ entomologo in mano, ma equipaggiato della gioiosa curiosità del lettore di classici. Con entusiasmo per un mondo che chiaramente lo affascina, l’autore racconta «l’universo sepolto sotto i nostri piedi, tra i fili d’erba, e sopra le nostre teste, sugli alberi» attraverso la sua presenza nelle pagine di diversi grandi intellettuali. E quindi ecco le zanzare di William Faulkner, le zecche del filosofo Gilles Deleuze, le farfalle di Vladimir Nabokov, le lucciole di Pier Paolo Pasolini e i ragni (che insetti non sono ma per i più possono finire in questa categoria) di Primo Levi. Non manca, ovviamente, lo scarafaggio di Kafka, e non mancano neppure api, formiche e coccinelle, in questo catalogo originale e affascinante di minuscole creature quasi sempre relegate alla periferia degli interessi della società.

RACCHETTE E FILOSOFIA

La metafisica del ping pong di Guido Mina di Sospiro (Ponte alle Grazie, euro 13,50) ha effettivamente a che fare con il ping pong, il titolo non è uno specchietto per allodole. Il suo racconto si presta a diversi livelli di lettura. Il primo, più semplice e immediato, è quello che può affascinare ogni appassionato di tennis da tavolo: tecniche di gioco, regole, stili, trucchetti ed effetti, insomma, tutto quello che ci si potrebbe aspettare da un buon manuale. Poi c’è l’aspetto filosofico, dedicato a chi è sempre alla ricerca del perché dei fatti. Parte da Platone per arrivare a Wittgenstein, passando attraverso i capisaldi della filosofia orientale, dal Tao allo Zen. Ma c’è anche il lato umano, in cui l’autore racconta il suo percorso di crescita sportiva ed emotiva con la racchetta in mano. Il gioco affrontato con passione diventa, infatti, un’occasione per riflettere e arrivare alla conclusione che «la bravura in sé non è l’obiettivo finale».

DOMANDE SENZA RISPOSTE

Riccardo Froscianti fa parte di quella schiera di copywriter della pubblicità felicemente prestati all’editoria tradizionale. Professionisti della narrazione che quando riescono a raggiungere il loro lettore lo tengono in pugno dalla prima all’ultima pagina. E questo è il caso del suo 41 perché di dubbio interesse (Bompiani, euro 9,90) testo tra serio e faceto che invita a considerare 41 fatti del quotidiano che generano domande che raramente trovano risposte. Perché apriamo i medicinali dalla parte sbagliata? Perché in casa gli uomini non trovano mai niente? Perché al ristorante i coltelli non tagliano mai? Dubbi che testimoniano che il bambino che c’è in noi non cresce mai. E che, come scrisse Gianni Rodari e come Froscianti riporta sul frontespizio del libretto, «Il gioco dei perché è il più vecchio del mondo. Prima ancora di imparare a parlare l’uomo doveva avere nella testa un gran punto interrogativo».

LA SCIENZA FRA I FORNELLI

Per soddisfare le voglie di chi cerca un libro un po’ diverso dal solito c’è anche l’ode scientifica alla carne di Dario Bressanini, il divulgatore blogger che ha mostrato agli italiani il lato B della cucina, ovvero l’arte di spadellare, spentolare e mangiare, sapendo che quel che arriva nel piatto è il risultato di un percorso da intraprendere anche scientificamente. La scienza della carne - La chimica della bistecca e dell'arrosto (Gribaudo, euro 22) conferma questa sua attitudine: gli amanti dei piatti a base di carne è bene che sappiano che un brasato o uno spezzatino, o perfino il ragù, non si possono improvvisare se si desidera un risultato perfetto per il palato e per lo stomaco in fase di digestione. La preparazione e la cottura di questo tipo di alimenti sono regolate da inconfutabili principi

chimici e fisici che Bressanini sa illustrare in maniera semplice e pratica. Così come sa spiegare come comportarsi quando bisogna scegliere il pezzo da portare a casa per una certa ricetta, tanto al bancone del macellaio quanto allo scaffale del supermercato.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori