Quotidiani locali

era la voce dei corvi

Addio Ravasini “ragazzo di strada” degli anni Sessanta

PARMA. È morto Angelo Ravasini, storico cantante dei Corvi, complesso beat che si impose soprattutto nel '66 con la canzone “Un ragazzo di strada”, versione italiana di “I ain't no miracle worker”...

PARMA. È morto Angelo Ravasini, storico cantante dei Corvi, complesso beat che si impose soprattutto nel '66 con la canzone “Un ragazzo di strada”, versione italiana di “I ain't no miracle worker” dei Brogues.

Lo ha reso noto a Parma la famiglia dei burattinai Ferrari: proprio uno di loro, Gimmi, scomparso alcuni anni fa, fu tra i cofondatori del gruppo (basso e voce), con Claudio Benassi (batteria) e 'Billo' Levati (chitarra).

I Corvi oltre che per le sonorità elettriche, si distinguevano all’inizio anche per un look particolare: suonavano infatti con delle mantelline nere, per richiamare l'immagine del corvo. È più tardi si presentarono al Cantagiro del 1966 con un corvo vero appollaiato sulla paletta del basso. Tra gli altri successi-cover del complesso: “Bang bang”, “Bambolina”, “Sospesa a un filo”.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
e ascolta la musica con Deezer.3 Mesi a soli 19,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.