Quotidiani locali

Il tatuaggio fa boom tra arte e moda

Tanta gente alla convention dei professionisti del settore arrivati a Pisa non solo da tutta Italia, ma anche dall’estero

PISA. Si è riunita a Pisa per tre giorni la community del tatuaggio, nella seconda convention all’ombra della torre. L’area expo di Ospedaletto è stata la location designata per l’evento che ha riunito da tutta Italia gli appassionati di questo mondo affascinante e controverso. Un’arte, quella del tatuaggio, che attrae un pubblico sempre più vasto e ricercato. Per qualcuno farsi tatuare è una moda, per altri una semplice scelta estetica. Ma l’arte di decorare il corpo ha radici antiche, che vanno ben oltre il fenomeno di tendenza.

«Penso che ci sia tanta gente che si tatua con superficialità – spiega Andrea Pioli, tatuatore dello studio “Eternoteca” a Pisa – ma questo è un po’ lo specchio di come le persone scelgono la propria vita al giorno d’oggi. Il tatuaggio è qualcosa di più: cultura, arte, tradizione. Con il disegno che facciamo sul nostro corpo si instaura un legame». Una professione particolare quella del tatuatore, da molti ancora sottovalutata. «È un lavoro che richiede grande professionalità. Fino a dieci anni fa questo lavoro era molto più libero, ora è cambiato tutto ed è giusto che sia così».

I tempi in cui i tatuaggi erano prerogativa dei galeotti e dei camionisti sono finiti. L’attività del tatuatore è regolata da normative igienico-sanitarie molto precise, specie in Toscana.

Girando per la convention di Ospedaletto, se ne vedono di tutti i colori... letteralmente parlando. Tatuaggi enormi che ricoprono tutto il corpo, o minuscoli nascosti dietro le orecchie o sulle dita. Soggetti realistici, fantasy; in bianco e nero o coloratissimi, ma tutti rigorosamente indelebili. «È la bellezza del tatuaggio ed insieme il suo valore – racconta Stefano Galimberti, che è venuto da Como per tatuarsi – Ho fatto il primo tatuaggio a 18 anni, quasi per celebrare un rito di passaggio. Non mi sono mai pentito dei tatuaggi che ho fatto perché rappresentano pezzi della mia vita, ricordi, emozioni. Il tatuaggio è un modo d’esprimersi e insieme un modo per conoscere se stessi».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia il Tirreno
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.