Menu

Nel nuovo museo

John Wayne era massone A Firenze la scheda di iscrizione

FIRENZE La scheda di iscrizione alla massoneria di John Wayne, firmata il 24 giugno 1970 e accettata nella loggia numero 56 di Phoenix (Arizona) e lo stendardo rosso, su cui è raffigurato un...

FIRENZE

La scheda di iscrizione alla massoneria di John Wayne, firmata il 24 giugno 1970 e accettata nella loggia numero 56 di Phoenix (Arizona) e lo stendardo rosso, su cui è raffigurato un pellerossa a cavallo, della loggia massonica del Minnesota, una delle prime in America. Sono due degli oltre 10mila oggetti custoditi nel primo Museo italiano di simbologia massonica che si è inauguratoieri a Firenze.

Il museo ha sede in via dell’Orto, in San Frediano, a poche centinaia di metri da via Maggio, dove nel 1731, ad opera di un gruppo di inglesi che si era stabilito a Firenze, venne formata la prima loggia massonica italiana che si riuniva in una taverna-albergo.

Accanto a John Wayne, ci sono le foto dei veri leggendari protagonisti dell’epopea western: David Crockett, Buffalo Bill, Samuel Colt, inventore della pistola a tamburo, il generale Grant e il generale Custer. C’è anche la foto di Kit Carson, non

il compagno di Tex Willer, ma il vero uomo della Frontiera: esploratore, cacciatore, guida, agente indiano che si rifiutò di uccidere gli uomini e di catturare le donne. La loggia del Minnesota, per esempio, si chiamava Ordine degli Uomini Rossi e nacque per tutelare proprio gli indiani.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro