Sfruttamento della prostituzione minorile, sei arresti in Lunigiana

    I carabinieri di Sarzana hanno arrestato sei persone tutte indagate per sfruttamento, favoreggiamento e induzione alla prostituzione. L'indagine ha preso il via in ottobre quando era stato arrestato per favoreggiamento della prostituzione un uomo di 38 anni originario di Ortonovo (La Spezia) mentre, nascosto con un forcone dietro un'area di servizio lungo la strada provinciale 21, vigilava sull'attività di una prostituta romena.

    Grazie ad alcune intercettazioni telefoniche, pedinamenti e retate, foto e filmati realizzati a cavallo tra Marinella di Sarzana (La Spezia) e Marina di Carrara (Massa Carrara), i carabinieri hanno individuato un'organizzazione, composta dalla romena, da un massese e un romeno. I due uomini, verso la metà di novembre, erano partiti per la Romania e dopo una settimana erano ritornati con due donne, di cui una minorenne.

    Così i carabinieri hanno deciso di intervenire e arrestare i responsabili dello sfruttamento delle ragazze. Lunedì i carabinieri hanno arrestato i tre "taxisti", due massesi di 51 e 34 anni e un romeno di 23 anni poi hanno bloccato la romena già fermata a ottobre e una sua connazionale di 21 anni, accusate di induzione alla prostituzione di minori. Infine i carabinieri si sono recati a Licciana Nardi (Massa Carrara), e hanno fatto irruzione nell'abitazione di un romeno, trovato in compagnia della minore. Anche quest'ultimo è stato fermato per sfruttamento della prostituzione minorile. L'uomo, trovato in possesso di una carta d'identità falsa, è stato denunciato. Il gip di Massa ha trasmesso il fascicolo alla Dda di Genova.
    27 novembre 2010

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ