Menu

PARTITA SOSPESA

Mai successo in 100 anni

 GENOVA. Per la prima volta in 100 anni di storia una partita della Nazionale italiana è stata sospesa per incidenti. Esistono alcuni precedenti a livello di grandi tornei internazionali: i principali sono tre. Il primo è datato 28 ottobre 1987, qualificazioni agli Europei di Germania 1988, quando in Olanda-Cipro, dopo appena 30» di gioco e sull'1-0 per gli Orange il portiere cipriota Charitou viene colpito da una rudimentale bomba: stordito esce dal campo in barella, la gara continua e l'Olanda vince per 8-0; Cipro fa ricorso, ottiene in primo grado il 3-0 a tavolino, ma l'Olanda fa appello ed ottiene la ripetizione della gara, che vincerà 4-0 qualificandosi alle fasi finali dell'Europeo che poi andrà addirittura a vincere, battendo in finale 2-0 l'Unione Sovietica. Il secondo risale al 3 settembre 1989, nelle qualificazioni sudamericane ai Mondiali di Italia'90 tra Brasile e Cile, gara decisiva per l'approdo ai Mondiali: il portiere cileno Rojas, sull'1-0 per la Selecao, si accascia dopo che gli è scoppiato nei pressi un petardo: è una sceneggiata, ma il Cile si ritira e la gara sospesa. La Fifa convoca Rojas, fa crollare l'alibi, il Cile perde 0-2 a tavolino e viene squalificato dalle qualificazioni ai Mondiali 1994, il Brasile va ai Mondiali, Rojas ed il C.T. cileno Aravena vengono radiati, il giocatore Astengo squalificato per 5 anni. Infine il 2 giugno 2007, qualificazioni agli Europei di Austria/Svizzera 2008, la Danimarca viene punita con lo 0-3 interno a tavolino contro la Svezia: a 1' dalla fine, sul 3-3 sul campo, si verifica l'invasione di un tifoso danese che aggredisce l'arbitro tedesco Fandel, che sospende immediatamente la partita. Il raptus era comunque partito dall'ex juventino Poulsen, che in area rifilò un pugno allo stomaco allo svedese Rosenberg, notato da un guardalinee. In Italia si ricordano tre partite di coppe europee sospese per incidenti: in Champions League Roma-Dinamo Kiev 0-3 ed Inter-Milan 0-3, entrambe nell'edizione 2004/05: nel primo caso l'arbitro Frisk venne colpito alla fronte, nel secondo il portiere rossonero Dida si accasciò al suolo colpito da un petardo. Da ricordare anche il match di Coppa Uefa, disputato a Salerno, nell'edizione 1998/99, dove Fiorentina-Grasshoppers venne sospesa per il lancio di una bomba carta al rientro dei
giocatori negli spogliatoi per l'intervallo tra primo e secondo tempo, che colpì il quarto uomo Flament: l'arbitro belga Piraux sospese la gara sul 2-1 per i viola, che non ebbero partita persa, ma vennero puniti con l' estromissione d'ufficio dalla competizione, pur essendo sul campo qualificati.

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro