Quotidiani locali

IMMERSIONI

HIT PARADE
Le dieci immersioni più suggestive in Toscana

I paradisi dei sub. Fabio Agostinelli illustra la Toscana subacquea

La secca di mezzo canale del Monte Argentario è considerata una delle immersioni subacquee più suggestive non solo della costa toscana, ma dell’intero Mar Mediterraneo. Ne è convinto Fabio Agostinelli, istruttore sub e titolare del diving center Polo Sub di Genova e dell’Elba Diving Center di Marciana Marina. «Una secca — dice — che appare ai nostri occhi come una montagna che dai 100 metri risale fino ai 25 metri, punto di avvistamento dei grandi pelagici che si aggirano alla ricerca di cibo». Al secondo posto l’Elba, lo Scoglietto di Portoferraio. «L’unica zona dell’isola dove c’è divieto di pesca — spiega il sub che in passato è stato anche tra i protagonisti del recupero dell’elicottero Pegaso del 118 precipitato in mare — e la presenza di pesce è incredibile: gronghi, murene, giganteschi scorfani e cernie». Sul podio anche la secca dell’Ancorone, sull’isola di Pianosa che «deve il suo nome — dice Agostinelli - ad una grossa ancora di oltre tre metri di altezza che serviva a trattenere le mine che erano posizionate in questo tratto di mare durante la seconda guerra mondiale».

LA CLASSIFICA

1 "Secca di Mezzo" Canale Monte Argentario

2
"Scoglietto di Portoferraio" Isola d’Elba

3
"Secca dell’Ancorone" Isola di Pianosa

4
"Punta secca" Isola di Giannutri

5
"Punta del Fenaio" Isola del Giglio

6
"Secca
di Capo" Fonza Isola d’Elba

7
"La Civitata Isola" di Capraia

8
"Oasi degli Dei Patresi" Isola d’Elba

9
"Relitto del Nasim" Isola di Giannutri

10
"Scoglio del Corallo" Monte Argentario

TrovaRistorante

a Livorno Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista