Quotidiani locali

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

Torna la 9a edizione "L'alto conosce il basso"

Rassegna di film e documentari dedicati alla montagna, le esplorazioni, il viaggio, le culture lontane, l'ambiente al Terminale Cinema di Prato e alla Sala Banti di Montemurlo

PRATO. Anche quest’anno il Gruppo Trekking “Storia camminata” di Montemurlo e la Casa del Cinema di Prato, organizzano, in collaborazione con il CAI e l’Arci di Prato, e con il patrocinio dei Comuni di Montemurlo e Prato, la rassegna cinematografica “L’alto conosce il basso”, dedicata alla montagna, ma non solo. Protagonisti saranno racconti di esplorazioni, viaggi, incontri con culture lontane, documenti su natura e ambiente. La rassegna porterà a Prato e Montemurlo alcuni dei migliori documentari presentati ai festival italiani di genere, come il Trento Film Festival, ma anche opere della collezione del CAI e il nuovo film con Al Gore, “Una scomoda verità 2”.

Al Terminale Cinema (via Carbonaia, 31) martedì 20 marzo, saranno proiettati due documentari presentati al Trento Film Festival 2017: Senza possibilità di errore, di Mario Barberi (Italia 2017, 60’) che racconta il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino del CAI, e Tupendeo – One Mountain, Two Stories di Robert Steiner (Svizzera 2016, 26’), corto dedicato a un misterioso ritrovamento sul monte Tupendeo, in Kashmir. Ospite della serata sarà un operatore del Soccorso Alpino del CAI.

Il terzo e ultimo appuntamento al Terminale Cinema sarà martedì 27 marzo, questa volta nella saletta “Anna Magnani” con la proiezione  di E’ successo a Palm Island, di Eliza Kubarzka (Polonia 2011, 60’), storia di un’avventura tra i fiordi della Groenlandia meridionale, vincitore del Premio “Mario Bello” al Trento Film Festival 2011.

La rassegna è realizzata anche grazie al contributo di Publiacqua. L’inizio delle proiezioni sarà alle ore 21.30, ma dalle 19.30 sarà possibile consumare presso il cinema un aperitivo-cena con buffet, preparati rispettivamente da La pizza del Masini (13 marzo), Gas Prato Nord (20 marzo) e Bobo Tortelli (27 marzo).

Per le prime due serate il prezzo del biglietto è di 7,50€, ridotto 5 €, la terza serata sarà a ingresso libero. Costo dell’aperitivo + ingresso alla proiezione 12 € per il 20 e il 23 marzo, 7 € (solo aperitivo) per il 27 marzo. Info e prenotazioni (obbligatorie) per l’aperitivo al 339 2559582.

Da giovedì 5 aprile la rassegna si sposterà alla Sala Banti di Montemurlo (Piazza della Libertà), con la proiezione di Still Alive – Dramma sul Monte Kenya, di Reinhold Messner (Italia/Austria 2017, 88’), avvincente storia di un salvataggio ad alta quota.

Seguirà giovedì 12 aprile, sempre in Sala Banti, Una scomoda verità 2 di Bonni Cohen e Jon Shenk (USA 2017, 100’) che, undici anni dopo “Una scomoda verità”, premiato con l’Oscar, vede nuovamente Al Gore protagonista di un documentario sui drammi del riscaldamento globale.

Chiude la rassegna, giovedì 19 aprile (sala Banti), Volando sull’Everest di Fabio Toncelli, (Italia 2004, 53’) documentario su Angelo D'Arrigo,  primo uomo a sorvolare l'Everest. Il film ha vinto 18 premi tra cui un premio al Mountain Film di Telluride e uno al Festival cinematografico internazionale di Mosca.

Le proiezioni in Sala Banti inizieranno alle ore 21.15 e saranno a ingresso gratuito.

Il programma completo: martedì 20/03/18, ore 21.30 – Terminale Cinema, Prato - Dal Trento Film Festival edizione 2017

Senza possibilità di errore  di Mario Barberi (Italia, 2017, 60 min.) -  Ci vogliono grande preparazione e professionismo per far parte del Corpo Nazionale del Soccorso Alpini e Speleologico - Sezione Nazionale del Club Alpino Italiano. Costanti esercitazioni e un'organizzazione rigorosa per ridurre al minimo l'errore che potrebbe mettere a rischio la missione e la vita stessa dei soccorritori. Lo scrittore Marco Albino Ferrari ci guida alla scoperta di come si preparano gli uomini e le donne del Soccorso Alpino in un crescendo di emozioni ed esercitazioni mozzafiato.

Tupendeo - One mountain, two stories di Robert Steiner (Svizzera, 2016, 26 min.) -  mentre sono intenti a raggiungere la vetta del monte Tupendeo, nel Kashmir, i due alpinisti Stephan Siegrist e Thomas Senf si trovano faccia a faccia con un mistero: rinvengono una corda per la discesa le cui tracce però si interrompono dopo poco. Le loro ricerche li porteranno a ricostruire un drammatico episodio di cui si era persa la memoria.

Martedì 27/03/17, ore 21.30 – Terminale Cinema, Prato - E' successo a Palm Island di Eliza Kubarzka (Polonia, 2011, 60 min.) - Una coppia di alpinisti polacchi, Eliza Kubarska e David Kaszlikowski, intraprende un viaggio attraverso i fiordi della Groenlandia meridionale per scalare la più alta scogliera del mondo: la parete Qagarsuassi, raggiungibile solo dal mare. I due decidono di avvicinarsi a bordo di un kayak, ma l'impresa si rivela ben presto pericolosa. Sorpresi da una tempesta, con l'acqua che sfiora gli 0°, potrebbero capovolgersi, rischiando l'ipotermia e la morte in pochi minuti. La piccola e disabitata isola di Palm si trasforma nel loro rifugio. Vincitore del Premio Mario Bello al Trento Film Festival 2011.

Giovedì 05/04/18, ore 21.15 - Sala Banti, Montemurlo - Still alive - dramma sul Monte Kenya, di Reinhold Messner (Italia/Austria 2017, 88’) -  Gert e Oswald sono compagni di studi all'Università di Innsbruck e decidono di partire per il Kenya in compagnia di Ruth, futura moglie di Oswald. Mentre Ruth si trova a Mombasa, i due amici si dedicano alla scalata del Monte Kenya. Ma al momento di tornare indietro vengono sorpresi da una perturbazione e Gert precipita in un crepaccio rimanendo gravemente ferito. Ha così inizio una delle storie più avvincenti di salvataggio in alta quota, un'impresa durata nove giorni che Oswald ha trascorso interamente a fianco dell'amico.

Giovedì 12/04/18, ore 21.15 - Sala Banti, Montemurlo - Una scomoda verità 2, di Bonni Cohen e Jon Shenk (USA 2017, 100’) - Undici anni dopo Una scomoda verità , Al Gore torna ad affrontare sullo schermo un argomento che in questi anni non ha mai smesso di approfondire: il surriscaldamento del globo terrestre, le sue cause, i suoi effetti e le alternative praticabili. Il documentario lo segue nelle sue conferenze e nei suoi incontri a tutti i livelli supportando le sue riflessioni con immagini molto significative.

Giovedì 19/04/18, ore 21.15 - Sala Banti, Montemurlo - Volando sull'Everest, di Fabio Toncelli (Italia 2004, 53’) - A 9000 mt, per circa 4 ore con una temperatura di -50° a una velocità che ha superato i 200

km orari, Angelo D'Arrigo ha compiuto un'altra impresa storica: è stato il primo uomo a sorvolare la montagna più alta della Terra: l'Everest. Il film ha vinto 18 premi tra cui un premio al Mountain Film di Telluride e uno al Festival cinematografico internazionale di Mosca.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro