Quotidiani locali

Più vivo che morto con Il Burlettone

Al Politeama Pratese la commedia brillante con l'associazione Marco Michelini Figlio del vento e il cui ricavato andrà in beneficenza

Prato. “Più vivo che morto” a qualcuno potrebbe ricordare il film del 1954 con la regia di Norma Taurog e con protagonisti Dean Martin e Jerry Lewis, in realtà non ha niente a che vedere con quel film ma è il titolo della commedia brillante della Compagnia Il Burlettone che andrà in scena al Politeama Pratese sabato 11 e domenica 12 e il cui ricavato andrà in beneficenza. E più esattamente il ricavato sarà a favore di Arianna Bertolini e Aurelio Lo Vercio, rimasti gravemente feriti in due distinti incidenti stradali e bisognosi di particolari e costose terapie riabilitative. Lo spettacolo promosso dall’Associazione Marco Michelini Figlio del vento onlus è ormai una tradizione che si rinnova dal 2007, anno della sua fondazione, e che raccoglie fondi per le vittime della strada. Non è un caso che la stessa associazione è stata fondata per ricordare Marco Michelini che, purtroppo, ha perso la vita in un incidente stradale il 27 maggio del 2005. “Più vivo che morto” è una commedia scritta e diretta da Aldo Toccafondi e che vede come protagonisti: lo stesso Aldo Toccafondi nelle vesti di Soriano, Silvia DE Marni (Juanita), Maurizio Rigotti (Gombolo), Renata Mazzoni (Greta), Giovanna Gori (Violante)

Antonella Vignali (Giuliana) Annamaria Meola (Carotenuta) Abramo Poscente (Gitto), Sergio Paolini (Frà Zangola), Davide Pradal (nelle vesti di Suor Aia e Khalinda), Alessandro Salvestrini (Ciluk). Gli spettacoli andranno in scena sabato 11 alle 21.15 e in replica domenica 12 alle 16,15.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista