Quotidiani locali

PuntoConFestival: tre giorni di mostre, workshop e performance

Si parte venerdì 13 ottobre alle 21 nella sede dell’Associazione Sedici in via Genova 17 con un incontro dedicato a Dario Bosio, fotografo e documentarista

PRATO. Sarà un fine settimana all’insegna dell’arte contemporanea  quello che Prato vivrà da venerdì 13 a domenica 15 ottobre grazie a PuntoCon Festival, manifestazione promossa e sostenuta dall’assessorato alla Cultura del Comune di Prato, con il supporto del MiBACT e di SIAE, nell'ambito dell'iniziativa "Sillumina - Copia privata per i giovani, per la cultura".

L’iniziativa è entrata nel vivo già da sabato scorso  grazie al progetto MacroLotto Zero, organizzato da Kinkaleri, Dryphoto e [chi-na] che si è concluso con un’emozionante e partecipata festa di quartiere.

Per questo fine settimana il festival si diffonde in altri luoghi con mostre, performance, incontri e feste.

Si inizia venerdì 13 ottobre alle 21 presso la sede dell’Associazione Sedici in via Genova 17 con un incontro dedicato a Dario Bosio, fotografo, documentarista, impegnato nella fotografia di reportage.  Nel corso della serata, Bosio, che sta tenendo un workshop presso Sedici, presenterà il suo lavoro e percorso, dai primi lavori fotogiornalistici all’esperienza come photo-editor di Metrography in Iraq nel 2015, dalla produzione del web-documentario Map of Displacement in Kurdistan Iracheno ai progetti di stampo antropologico sulle migrazioni in Europa.

Giornata frenetica, invece, sabato 14 ottobre:  si inizia in via Arno 10 nella sede di Lottozero,  centro internazionale di ricerca per l’arte, il design e la cultura tessile. Le sorelle Moroder, ideatrici del progetto che ha vinto poche settimane fa il Premio Culturability, celebreranno  il primo anno di vita di Lottozero con due giorni di festa, cibo, musica e bevande aperta a tutti. Ai fornelli due cuochi speciali: gli artisti Robin Darius Dolatyari e Chloé Rozycka Sapelkine, in residenza a Lottozero dal 1 ottobre per l’iniziativa  Occupy Lottozero.

Da Via Arno ci si sposta in Via Genova 17, dove ad Artforms alle 17.30 inaugura l’installazione Covo-Nius learning to fly. Il progetto ideato da Pamela Gori ed Eva Sauer, ha visto  la realizzazione partecipata di una nido-scultura, completata dalla performance sonora di Samantha Bertoldi. Nel corso delle ultime settimane sono stati in molti che si sono avvicendati nella costruzione del nido-scultura: numerose le classi dei licei pratesi. Alle 18.30, nella corte di Via Genova 17 si svolgerà la performance ”Interim" di Franco Menicagli + now! - Roberto Cagnoli (live electronics) e Marco Cencetti (tromba), un’ azione performativa di costruzione di una scultura di grosse dimensioni, da realizzarsi all'esterno dello spazio Artforms in corte Genova. Il concetto del lavoro verte sull'anti-monumentalità, una scultura e installazione ambientale, realizzata attraverso materiali poveri, che accentua un’attenzione verso una costruzioni precaria capace di esprimere tensioni fisiche e relazioni simboliche con luoghi e persone.

Terminata la performance ci si può spostare verso il centro della città  dove, alle ore 19  presso lo spazio MOO in Via San Giorgio 9 A, inaugura alle ore 19 La sovversione dell'oggetto, mostra collettiva curata da Matteo Innocenti che ha invitato 12 giovani artisti a confrontarsi con il rapporto tra oggetto e opera d’arte tramite interventi appositamente realizzati per questa occasione. Saranno esposte opere di: Albien Alushaj, Andisheh Bagherzadeh, Francesca Catastini, Devid Ciampalini, Golnar Dashti, Maria M. G. Deval, Arbër Elezi, Dania Menafra, Moallaseconda, Matias Reyes, Baldassarre Ruspoli, Studio Lievito.Terminata la full immersion artistica si può decidere di andare a pernottare a Lottozero, che fino al 12 novembre tiene aperti i suoi spazi 24 ore su 24. Qui domenica 15 ottobre,  proseguono, a partire dalle ore 11, i festeggiamenti dl compleanno con una colazione preparata dagli artisti Robin Darius Dolatyari e Chloé Rozycka Sapelkine. La giornata si articolerà poi in un workshop (per informazioni e prenotazioni info@lottozero.org ) per  concludersi in musica dalle 18.00 in poi con Dj set Biga e alle 21 con il concerto Stregoni. STREGONI è il tentativo di comprendere attraverso il linguaggio sonoro quello che sta accadendo dentro e fuori dai confini di un continente segnato dalla più grande crisi politica dalla nascita dell’Unione Europea. Si tratta di un vero e proprio laboratorio musicale che attraverso concerti e workshop punta a raccontare quello che accade nelle nostre città. Partendo dalle musiche ascoltate dai rifugiati e richiedenti asilo e custodite nei loro smartphone, Johnny Mox e Above The Tree realizzano dei loop in tempo reale che costituiscono un punto di partenza, un frammento sonoro da cui creare composizioni originali.  Stregoni producono musica electro-tribale, hip-hop, psichedelica così come musica afro, gospel fondendo tutto ciò che risuona nelle cuffie dei migranti.

Infine durante il weekend sarà ancora possibile visitare 2 mostre:

Inner Code, presso Dryphoto Arte Contemporanea, in Via delle Segherie 25, a  cura di Luca Carradori e Chiara  Ruberti  con opere Giulia di Michele, Lori Lako, Elena Mazzi/Sara Tirelli;

Agorà del Contemporaneo- Piazza Aperta, a cura di Stefania Rinaldi, presso Saletta Campolmi in via Puccetti 3, che presenta opere di Daniela Frongia, Dario Gentili, Flavia Bucci, Giuseppe Renda,

Alena Tonelli e Carmina Melania Tramite.  

Per informazioni su tutti gli appuntamenti: https://www.facebook.com/contemporaneocondiviso.con/

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista