Quotidiani locali

carmignano 

Calici di stelle nei giardini della Rocca

A Carmignano ottimo vino e musica in sottofondo sabato 5 e domenica 6 poi ancora il 9 e 10 agosto

CARMIGNANO. Ottimi vini, musica di qualità ma anche molto altro ancora. Torna il 5 e 6 agosto 2017 e poi ancora il 9 e 10, nei freschi giardini di olivi della Rocca di Carmignano, “Calici di stelle”. Accade dal 1999, arricchita edizione dopo edizione dalla locale Pro Loco. «E' una festa per enonauti esperti e per neofiti – ricorda il presidente Carlo Attucci, assieme agli altri membri del consiglio impegnati da settimane e con i quaranta e passa volontari già pronti per le quattro sere - . E' una festa per curiosi che sul vino (e i vini di Carmignano in particolare) vogliono saperne di più ma perfino per le famiglie». Adatta a chi anche solo vuole passare una sera e una notte al fresco con un panorama da sogno e lo sguardo che abbraccia tutta la piana tra Firenze, Prato e Pistoia, con le stelle in cielo da rimirare (sdraiati sul prato o davanti ad un telescopio accompagnati da esperti astrofili), una festa dove non mancano divertenti laboratori e giochi per bambini, dove ci sarà quest'anno una mostra fotografica, per i più grandi, sulle bellezze del biodistretto di Carmignano tutta da gustare, altre immagini inedite di un Montalbano mai visto, esplorato dal cielo sulle ali leggere di un drone, e un documentario sul suo prodotto principe, il vino, e gli uomini che l'hanno creato. E naturalmente ci sarà l'enogastronomia, con vini, affettati, formaggi, pizze, dolci, gelati, biscotti e piatti preparati dai ristoratori del posto, artigiani del gusto, per appagare il corpo oltre che l'anima e la curiosità.

Cancelli aperti anche per gli amici a quattro zampe: dalle 20, giusto in tempo per godersi un suggestivo tramonto. Insomma, una festa per tutti.

Due euro l’ingresso, senza obbligo consumazione. Per entrare in Rocca si pagano solo due euro (i bambini fino a dodici anni neppure quello). Si paga se si vuol mangiare e bere, scambiando le monete in 'grappoli', ma non è obbligatorio. Sui tavoli, oltre alla produzione carmignanese, ci saranno ospiti anche i vini di Cisterna d'Asti, paese piemontese legato da una recente amicizia con la Pro Loco. Per bere serve poi un calice in cristallo (quest'anno con nuova serigrafia): costa tre euro, compresa la tracolla. Ma chi ne avesse già uno lo può portare da casa. Laboratori e concerti sono invece tutti gratuiti. E che musica! Dal vivo, per più gusti e mai banale, da ascoltare e a volte anche da ballare.

Quattro diverse colonne sonore dal vivo, dal blues e lo swing alla dance anni ‘90. Apriranno la scena il 5 agosto, sul palco 'a picco' che tiene sospesi gli artisti tra il pubblico sdraiato sul prato e le luci di Prato e della piana sullo sfondo, gli Hillside Power Trio, band dirompente che spazia dal rock al blues, dal funky al reggae e a cui piace anche improvvisare. Hanno suonato con Edoardo Bennato, Alex Britti, Enrico Ruggeri, Velvet e Irene Grandi. Il giorno dopo, il 6 agosto, toccherà agli EuroTunz!, l'unica band che suona dal vivo quella musica che nemmeno chi l'ha scritta vorrebbe suonare, la mitica eurodance degli anni Novavanta. Ai grandi del blues e del funk, con contaminazioni pop e soul, sarà ispirata la colonna sonora del 9 agosto, con

il groove dei toscanissimi “Blues & Jetta”. Chiuderanno il 10 agosto “Quei bravi ragazzi”, swing band per uno show tutto da ballare che non disdegna boogie e mango. Il 9 e 10 agosto si esibirà, a giro per i giardini della Rocca, anche una gruppo itinerante, i “Mr. Dixie Marching Band”.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics