Quotidiani locali

ac prato 

La cordata italo-canadese sembra un bluff Società iscritta alla serie D

Anche ieri fumata nera e Paolo Toccafondi è amareggiato L’eventuale ripescaggio in C si può chiedere entro il 27 luglio



Ancora nulla di fatto e quindi per ora è fumata nera. Il bluff è dietro l’angolo e Paolo Toccafondi non l'ha presa bene. Nessuno si è fatto sentire e il 23 luglio si avvicina ma per il momento non si registrano novità nella trattativa per l’acquisizione del Prato da parte dell’avvocato canadese Joseph Romano. Le garanzie economiche (fidejussione a copertura dei crediti, fidejussione e tassa a fondo perduto per la domanda di ripescaggio in C) non sono ancora arrivate ed a questo punto, considerato che c’è il fine settimana di mezzo, verosimilmente bisognerà aspettare fino a lunedì per sapere come andrà a finire questa vicenda anche se sembra che le speranze per acquistare il Prato siano molto flebili. Lunedì sarà l’ultimo giorno a disposizione dell’imprenditore nordamericano per far valere il preliminare d’acquisto siglato ormai due settimane addietro, il 7 luglio scorso. Di conseguenza, considerato il silenzio che si continua a registrare negli ambienti vicini a Romano (gli ex Orgoglio Pratese Giovanni Carlesi e Mirko Cecconi che mettono in evidenza che loro non c'entrano più niente anche se così non sembra e Giuseppe De Luca, figlio del notaio Francesco a cui secondo l’accordo siglato fra le parti dovrebbero arrivare i documenti bancari richiesti dallo stesso), sale anche il timore che questa lunga telenovela possa terminare con il niente di fatto e a quel punto torna tutto in gioco e non si sa cosa può succedere perché potrebbe essere Toccafondi a riprendere le redini (anche se non sarà lui perché è squalificato per 20 mesi) e da voci sembra che se dovesse rimanere al timone Toccafondi potrebbe essere De Petrillo l'allenatore del Prato che dovrebbe comunque fare domanda di ripescaggio in serie C. Intanto l’agente Marcos Serioux ha lasciato Prato dopo aver incontrato, tramite Toccafondi, il segretario Alessio Vignoli, il direttore sportivo Gianni Califano ed il responsabile del settore giovanile Matteo Silvestri, attraverso i quali ha preso coscienza della parte tecnica del club, definendo

– pare – anche una data ipotetica di inizio del ritiro estivo (il 29 luglio). Dalla Lega di serie D invece è arrivata la conferma dell’iscrizione del Prato a questo campionato, fatta da Toccafondi. Per richiedere il ripescaggio in C invece c’è tempo fino al 27 luglio. —



TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro