Quotidiani locali

Ariete PvP e Viva Volley si fondono per crescere

Tanti cambiamenti nel mondo della pallavolo pratese per cercare il rilancio Marco Targioni e Luca Lazzarini, storici coach, lasciano il posto a Latini e Panti

PRATO. Il Progetto cambia pelle. Archiviata la stagione 2017-2018, una stagione non propriamente esaltante, il PvP cambia e lo fa per ridare slancio ad un progetto che negli anni ha sempre pagato le troppe divisioni interne e la poca condivisione di obbiettivi da parte dei soggetti che ne fanno parte. Insomma, un cambiamento necessario e non più rinviabile il cui motore fondamentale sono state Ariete PVP, Viva Volley e Centro giovanile di formazione sportiva. Proprio Daniela Pecchioli, responsabile del settore pallavolo del Cgfs, sarà non a caso la nuova figura di riferimento della consulta dei presidenti e quindi per tutte le società del progetto. Un soggetto super partes il cui ruolo sarà appunto quello di coordinare e dirigere il progetto verso scelte il più possibile unanimi e condivise e, in buona sostanza, di limare e possibilmente far convergere gli interessi particolari delle singole società su quello unico del progetto. Un ruolo improbo visto quello che è successo finora ma che merita il sostegno ed il tifo di tutti gli appassionati pratesi. La svolta del progetto, però, riguarda anche la squadra che ne deve rappresentare il vertice. Negli anni la squadra targata Ariete PvP non ha quasi mai avuto riconosciuto questo ruolo da parte delle altre società afferenti. Lo hanno dimostrato le annate in cui nel progetto c’erano quattro Serie D e la stagione appena terminata con due Serie C. Oggi Ariete PvP e Viva Volley fanno il grande passo e forti delle loro reciproche debolezze decidono di unire le forze per creare una Serie C unica e competitiva. Segni tangibili di questo cambio di rotta l’assunzione del ruolo di direttore sportivo di Luciano Ridolfi (Viva Volley) ed il cambio di guida tecnica della stessa prima squadra. Viene archiviata la gestione tecnica di Marco Targioni ed il suo posto viene preso da Roberto Latini. L’ex tecnico del Volley Club Sestese, che vanta un passato importante anche nel settore maschile, è già al lavoro in palestra e prima dell’estate dovrà valutare le ragazze a disposizione di Ariete e Viva e gli eventuali nuovi innesti per costruire una squadra competitiva. Altro cambio, poi riguarda anche il settore tecnico del giovanile. Confermati, infatti, Spagnoli e Berti, lascia invece Prato Luca Lazzarini che è già approdato all’Aglianese. Il suo posto, intanto come tecnico dell’Under 16, sarà preso dall’ex Sales Firenze Niccolò Panti. «Facciamo sintesi tra le due squadre di punta del Progetto per unire le forze in un’unica formazione che rappresenti tutte le società ad esso afferenti – dice il presidente del PvP Fabio Galeotti

– L’obbiettivo della prima squadra che sta nascendo in questi giorni sarà quello di assicurarci un campionato tranquillo mentre, per quanto riguarda il giovanile, vogliamo puntare a sviluppare ulteriormente tutto il lavoro fatto negli scorsi anni».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori