Quotidiani locali

Al Prato non basta il gol di Ceccarelli e l’Olbia pareggia

Biancazzurri per primi in vantaggio su calcio di rigore poi i sardi vanno a segno con Iotti e colpiscono tre legni

PRATO. Il Prato pareggia ad Olbia per 1-1 ma il risultato scontenta la squadra di Catalano che con tanti giovani in campo era riuscita ad andare in vantaggio con un rigore di Ceccarelli a fine primo tempo, per fallo di mano di Cotali su cross di Bertoli, ma nel secondo tempo prima ha l'occasione con Fantacci dopo 1' della ripresa e poi si fa raggiungere da Iotti all'11' del secondo tempo e poi è l'Olbia a sfiorare la vittoria con ben tre legni. Catalano gioca con una difesa a tre e rinforza il centrocampo con Akammadu al centro dell'attacco. Nell'Olbia manca Ogunseye mentre gioca l'ex Dametto. All'11' il Prato è pericoloso. Akammadu sfrutta una indecisione in fase di impostazione dell'Olbia, s'invola sulla destra e calcia sul primo palo. Aresti è attento e devia in corner. Al 20' ancora i biancazzurri in avanti con Fantacci che raggiunge il fondo sulla sinistra e mette sul secondo palo per Ceccarelli che fa la torre quasi sulla linea del fondo per Akammadu anticipato dai difensori dell'Olbia in buona posizione. Al 22' destro di Murgia dal limite: Alastra si distende in tuffo in corner. Dopo 1' i sardi ancora al tiro con Ragatzu su assist di Silenzi. Tiro strozzato e facile preda di Alastra. Al 33' sostituzione per il Prato. Coccolo per Martinelli che si infortuna. Al 37' c'è la prima vera occasione per l'Olbia: Pennington riceve palla in area e calcia in diagonale di sinistro sul fondo. La partita si avvia a conclusione del primo tempo ma Cotali tocca col braccio un cross di Bertoli dalla destra. Va sul dischetto Ceccarelli che segna il vantaggio biancoazzurro e finisce il primo tempo. I biancoazzurri sono subito pericolosi a inizio ripresa. Aresti devia in angolo col piede un tiro da distanza ravvicinata sul primo palo di Fantacci servito da Piscitella. All'11' l'Olbia trova il pari. Punizione di Ragatzu dalla sinistra, Alastra respinge di pugno in una zona centrale dell'area, dove Iotti si fa trovare pronto e, di testa, corregge in rete per il l'1-1. Il Prato si scompone e Dametto raddoppia ma l'arbitro annulla per fuorigioco di Mereu. Il Prato è in barca e Silenzi centra la traversa di Silenzi. Spalle alla porta, lavora il pallone, si gira e lascia partire un tiro che si stampa sul legno. Prato ora nettamente in difficoltà e Catalano prova a cambiare qualcosa con l'inserimento di Bonetto e Orlando. Ma i sardi non si fermano e al 30' Grande intervento di Alastra che vola sul colpo di tacco di Iotti sugli sviluppi di un corner battuto da Ragatzu che al 36' colpisce un altro legno su tiro da fuori sempre su punizione. Ora la formazione pratese

giocherà la sfida con l'Arezzo che può determinare la griglia playout. Gli amaranto aspettano altri punti di penalizzazione ma il Prato deve cercare di conquistare i tre punti per rimanere all'interno della forbice anche se l'Arezzo dovesse vincere il recupero di martedì prossimo.

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro