Quotidiani locali

Vai alla pagina su Prato Calcio
Prato, positivi gli innesti di gennaio

AC Prato Calcio

Prato, positivi gli innesti di gennaio

Contro il Pisa buone le prestazioni di Casale, Bertoli e Carletti. Ora il tecnico del Prato, Catalano ha più scelte

PRATO. Il 2-2 maturato nel derby con il Pisa è un iniezione di fiducia per la squadra biancazzurra che da morale e autostima al gruppo che crede nell’obbiettivo salvezza. La sfida con i neroazzurri si presentava quasi proibitiva, visto la differente classifica e gli organici delle due squadre con in più l’handicap di dover giocare le gare casalinghe a Pontedera. Per i biancazzurri è il terzo risultato utile consecutivo (mai successo in campionato) che vede la squadra laniera imbattuta nel 2018 grazie alla vittoria con il Cuneo e i pareggi con Gavorrano e Pisa. Il Prato ha lasciato l’ultimo posto al Gavorrano mentre resta invariato il distacco dal Cuneo (sei punti) e dal Pro Piacenza (nove punti) che attualmente occupano la zona play out, dove è stata risucchiata anche la Lucchese. Il mercato di gennaio, pur senza grandi colpi, ha rimpiguato la rosa con diversi elementi giovani ma che in queste prime gare hanno mostrato affidabilità a cominciare dal difensore Nicolò Casale che sta sostituendo egregiamente Marzorati, dimostrando personalità al pari del centrocampista Bertoli. Domenica scorsa c’è stato l’esordio da titolare di Carletti e ha giocato uno scampolo di gara anche Coccolo, mentre in precedenza avevano già giocato Zucchetti (gol all’esordio con il Gavorrano), Colli e Akammadu. Catalano ha finalmente la rosa al completo con lo zoccolo duro composto dai giocatori più esperti come Ghidotti, Martinelli, Piscitella, Ceccarelli e il rientrante Gargiulo oltre ai giovani già in rosa dall’inizio come Fantacci, Seminara, Bonetto e i portieri Sarr e Alastra e può scegliere oltre che i singoli anche il modulo di gioco.

L’unica nota stonata è stata l’atteggiamento dell’attaccante Luca Orlando che ha rifiutato la panchina dopo aver appreso che avrebbe giocato Carletti. Il giocatore arrivato da svincolato nel mese di ottobre finora aveva collezionato 13 presenze e per 12 volte era partito da titolare, senza aver mai segnato. Nelle ultime ore di mercato sarebbe dovuto andare alla Reggina (sembrava ci fosse già un accordo) ma poi il Prato non ne ha fatto di nulla, anche perché avrebbe dovuto trovare un sostituto. In un clima sereno è ripresa la preparazione in vista di un’altra gara da prendere con le molle, come il derby con la Carrarese dell’ex Ciccio Tavano di domenica prossima alle 18, 30 allo stadio dei Marmi. Unico assente il difensore Polo che dovrebbe riprendere ad allenarsi la prossima settimana, mentre il portiere Alastra è stato impegnato con l’under 20 (ha giocato il secondo tempo)nella partita amichevole giocata a Coverciano con la rappresentativa under 20 di serie B terminata 2-2 con doppietta per la selezione cadetta dell’ex biancazzurro Moncini in forza al Cesena. Frattanto da Reggio Emilia arriva la notizia che c’è stato un incontro tra i dirigenti emiliani e Jacopo Corradi, fratello dell’ex calciatore

Bernardo che nello scorso mese di giugno aveva intavolato una trattativa per rilevare il Prato incontrando il presidente Paolo Toccafondi, che poi non si concretizzò. Ora Corradi, che sembra intenzionato a rilevare una squadra ci riprova con la Reggiana.


 

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon