Quotidiani locali

Derby casalingo ma è una trasferta

Prato-Pontedera al “Mannucci” sarà una sfida salvezza Rientra Polo, operato Gargiulo, ballottaggio in attacco

PRATO. Un derby molto atteso quello in programma domenica alle 18,30 tra il Prato e Pontedera. Una sfida che solo sulla carta è in casa, visto che si giocherà nello stadio dei pisani e di fatto per i tifosi biancazzurri sarà un’altra gara in trasferta in quello che si preannuncia come uno scontro diretto in chiave salvezza.

Sono sei i punti che dividono le due formazioni e per il Prato, penultimo a quota 11, diventa fondamentale vincere per accorciare le distanze contro una diretta concorrente per evitare i playout.

Il Pontedera potrà contare su una gara casalinga in più degli avversari vista la situazione che vede il Prato costretto a giocare al Mannucci per l’indisponibilità del Lungobisenzio.

A Pontedera è già iniziata la prevendita e ai tifosi granata sarà riservata l’intera gradinata, oltre a un settore della tribuna laterale. Buone notizie per il tecnico Catalano che domenica potrebbe avere a disposizione l’intera rosa (cosa quasi mai successa durante la stagione) visto che alla ripresa degli allenamenti è rientrato in gruppo anche il terzino Polo, fermo da diverse settimane e sopratutto ci saranno dopo il turno di squalifica due pedine importanti come il capitano Martinelli e il centrocampista Fantacci.

L’unico indisponibile resta il centrocampista Gargiulo che in giornata è stato operato all’ernia che lo aveva tenuto fermo da metà ottobre. Il giocatore ex Empoli dovrebbe tornare disponibile a fine gennaio alla ripresa del campionato dopo la sosta invernale. Il mister biancazzurro ha cercato varie soluzioni soprattutto offensive con Ceccarelli, Tchanturia, Orlando e Piscitella. Il ritorno in difesa di Martinelli accanto a Marzorati permetterà di poter far giocare Ghidotti a destra con Marini che si sistemerà nel centrocampo biancoazzurro a destra con Guglielmelli al centro e Fantacci che ritorna a sinistra.

Unico
dubbio la scelta tra Seminara o Badan come terzino sinistro e quella tra Orlando o Tchanturia come centravanti. A dirigere il confronto sarà Nicolò Marini di Trieste, coadiuvato dagli assistenti Davide Moro di Schio e Stefano Zeviani di Legnago.

Vezio Trifoni

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista