Quotidiani locali

Tre pratesi ai Mondiali di Nuoto

Oltre a Rachele Bruni nel fondo e a Chiara Tabani nel Setterosa, è stato “ripescato” anche Tempesti nel Settebello decimato a causa del morbillo

PRATO. L'acqua dei mondiali di Budapest si tinge di biancoazzurro con ben 3 atleti pratesi che si stanno facendo onore nel campionato del mondo di nuoto che terminerà domenica 30 luglio. Rachele Bruni nel fondo, Chiara Tabani con il setterosa e il ritorno in azzurro dell'airone pratese Stefano Tempesti con il settebello. La nuotatrice di Carmignano dopo la medaglia d'argento a Rio aveva l'obiettivo di centrare il podio anche nella 10 km prova regina del programma in acque libere di questi mondiali. Al termine di una gara dove Rachele Bruni ha nuotato nel gruppo delle più forti, è stata quest'anno prima e seconda in Coppa del Mondo, ma la 26enne atleta pratese nel rush finale ha perso qualcosa e si è dovuta accontentare del quinto posto con l'altra azzurra Arianna Bridi che centra in volata il terzo posto.

Peccato perché il finale è sempre stato il suo forte mentre in questa occasione, forse anche per le acque torbide del Lago Balaton, non è riuscita a dare velocità al suo atto conclusivo. Passando alla pallanuoto subito protagonista la formazione del setterosa con Chiara Tabani (calottina numero 2) protagonista in fase difensiva. La squadra allenata da Fabio Conti supera 10-4 il Canada e inizia nel migliore dei modi questa competizione. Chiara Tabani, lo scorso anno argento con la formazione azzurra alle Olimpiadi di Rio, gioca sempre più minuti e sta entrando in pianta stabile nel sette iniziale.

Grazie alla sua prestazione il Canada nel secondo e terzo tempo non è mai riuscito a segnare. Ora il setterosa giocherà con il Brasile e poi con la Cina per cercare di raggiungere subito i quarti di finale in caso di primo posto del girone. Notizia giunta proprio in queste ore Chiara Tabani lascerà la prossima stagione la formazione campione di Spagna del Sabadell per tornare a giocare in Italia e vestirà la calottina della Sis Roma. Insieme a lei l'altra pratese e amica Giuditta Galardi, campionessa d'Italia con il Padova e che parteciperà alle Universiadi con l'Italia, per ricostituire un duo che ha portato Prato ad altissimi livelli.

Chi non smette mai di sorprendere è Stefano Tempesti che è ritornato in azzurro, aveva annunciato il ritiro, ma causa la non disponibilità del portiere titolare azzurro Del Lungo a causa del morbillo l'airone è stato richiamato da coach Campagna e contro la Francia, con l'Italia vittoriosa per 18-9, a quattro minuti dalla fine è entrato al posto di Volarevic e per lui si tratta del suo ottavo mondiale.

Mercoledì 19 alle 20,10 il settebello affronta la squadra di casa dell'Ungheria. Anche in questa occasione la prima va ai quarti le altre due classificate

si ritroveranno negli ottavi. Un momento particolare per la nostra città perché questi risultati dei tre protagonisti a Budapest confermano come gli sport, cosiddetti minori, danno sempre atleti alle nazionali o sono protagonisti assoluti a livello individuale.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista