Quotidiani locali

Tifosi, si è sciolto il gruppo «Prato Ultras 1908» 

La sofferta decisione è stata presa dal collettivo di sostenitori biancazzurri «Non ci sono più le condizioni per andare avanti in questa avventura»

PRATO. Momento particolarmente delicato in casa biancazzurra. Ora anche il gruppo Prato 1908 Ultras si scioglie e quindi oltre alla non disponibilità di Nicola Radici come presidente, il venir meno del coordinamento del gruppo Prato Feels e Cardato Riciclato per quanto riguarda gli sponsor e le dimissioni dell’amministratore delegato di Orgoglio Pratese Mirko Cecconi arriva la nota ufficiale dello scioglimento, a far corso dalla data odierna, del gruppo Prato 1908 Ultras. «Non vi sono più le condizioni né i presupposti per andare avanti con questa avventura, non vogliamo né possiamo modificare quello che siamo e quello in cui crediamo quindi preferiamo fermarci qui – spiega la nota degli Ultras – Ulteriori parole non avrebbero senso e non rispetterebbero quella che è stata la nostra storia. Da oggi smettiamo di pensare come collettivo e torniamo ognuno ad essere un singolo con le proprie idee e posizioni, fermo restando che ognuno in cuor suo continuerà a sentirsi sempre un “MilleNoveCentoOtto” . Forse non ci rivedremo più o forse ci rincontreremo in altri modi o in altre forme ma nessuno potrà cancellare quello che è stato e che, magari, sarà. Con eterna rabbia ed infinito amore. Prato 1908 Ultras»

. Ricordiamo che i gruppi organizzati dopo l’arrivo di Malotti al posto di Acori avevano dissentito sulla scelta e da quel momento non sono più andati allo stadio, come gruppo, a tifare. L’ultima parola spetterà all’assemblea di Orgoglio Pratese che sarà venerdi 27 giugno alle 21, 30 al Wall Art dove i soci dovranno decidere se andare avanti o se abbandonare il progetto che ha portato il trust a detenere il 51% del Prato calcio. Intanto il mercato è fermo mentre le altre società, anche vicine, hanno già allenatore e direttore sportivo mentre a questo momento ci sono poche voci e nessuno ne parla. Una direbbe che potrebbe tornare a Prato, a chiudere la carriera, Massimo Maccarone. Ora che l’Empoli è sceso in serie B Mac potrebbe davvero arrivare in riva al Lungobisenzio come aveva scommesso con lo stesso Paolo Toccafondi. Sarebbe un ritorno molto gradito e ad allenarlo potrebbe essere Luigi Pagliuca, suo coetaneo, che ha fatto bene nel settore giovanile e potrebbe prendere in mano la prima squadra insieme a Paolo Poli. Un’altra alternativa in caso di ritorno di Toccafondi, a controllo del Prato, potrebbe essere quella di mister De Petrillo. Per quanto riguarda i giocatori l’unico ad avere
un altro anno di contratto è Cavagna, con Martinelli e Malotti che hanno un’opzione per il prossimo anno e Malotti. Marini è in prestito con l’Inter e potrebbe rimanere in Primavera mentre Koumè dovrebbe essere riscattato dal Cittadella e Rivas sempre dall’Inter.

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics