Quotidiani locali

Il Montemurlo acciuffa il pari con la Lavagnese

Gara intensa con contestazione finale e battibecchi fra gli allenatori dopo un gol annullato ai liguri all'87

MONTEMURLO. Grande contestazione nel finale fra le due squadre con continui battibecchi proseguiti anche nell’area prossima agli spogliatoi, dove gli allenatori e i direttori sportivi non si sono risparmiati nei francesismi. Alta tensione per la classifica di entrambe le squadre, con il Jolly che continua a navigare in zona playout e la Lavagnese che poteva recuperare punti sul Gavorrano, sconfitto dall’Argentina e sulla Massese, fermata sullo 0-0 dal Viareggio. Ottimo il punto per il Jolly Montemurlo, che riesce a capitalizzare al massimo le sporadiche azione offensive create, soprattutto alla luce del fatto che la rete segnata dalla Lavagnese è stata indotta da un multiplo errore difensivo.

Del Bino, colpevole in parte nell’azione confusionaria partita da un disimpegno errato di Agrifogli, si supera in almeno tre occasioni e salva il risultato. Il Jolly Montemurlo recrimina per le ripetute trattenute di Fedi in area, al momento dello stacco di testa, mentre la Lavagnese protesta per una rete annullata per fuorigioco a tre minuti dalla fine della partita. L’autorevolezza e il livello tecnico dei levantini, in particolare nella prima frazione di gioco è evidente e sembra poter infliggere i propri colpi decisivi in ogni momento. Vanno al tiro Currarino, Ghiglia, ancora Currarino, ma il più pericoloso è il giovane Di Pietro che impegna Del Bino in presa bassa.

Il Jolly Montemurlo si fa vedere con Gialdini, ma Bellussi è attento e anticipa l’avversario, poi è ancora reattivo sul tiro di Vitiello da fuori area. Il Jolly Montemurlo si difende con orgoglio, ma la linea di centrocampo è imprecisa e frettolosa, dovuto anche alla difficoltà di Motti a reggere da solo tutto il peso dell’attacco. Al 39’ la rete del vantaggio della Lavagnese, che approfitta di un pasticcio difensivo e dei rimpalli favorevoli per segnare di testa con Croci, nonostante Carlesi tenti anche un disperato intervento per togliere la palla dalla porta.

La Lavagnese prova a sfondare di nuovo al termine del primo tempo, ma Currarino non arriva in tempo sul pallone messo in mezzo all’area da Croci. Nel secondo tempo, Pino Murgia cambia assetto tattico e grazie ad una rimessa laterale, Stefano Vitiello, si porta la palla sul sinistro e calcia a mezza altezza la sfera, che termina sotto il ferro che sorregge la rete, trovando un gol da cineteca. Il pareggio rinvigorisce i Biancorossi che mostrano di poter tenere testa all’ottima formazione ligure.

La squadra di mister Tabbiani, grazie ai cambi e alla trazione anteriore, prova a ritrovare il vantaggio con i tentativi di Ghiglia e Currarino, ma Del Bino è strepitoso al 54’ e al 92’ e permette ai suoi di mantenere il prezioso punto conquistato. La Lavagnese segna al minuto 87’, ma il direttore di gara Prior annulla su segnalazione tempestiva del suo assistente. Nell’ultima azione d’arrembaggio della Lavagnese, s’infortuna Fedi in mischia e sono in corso accertamenti per capire l’entità del colpo ricevuto all’anca.

Jolly Montemurlo 4-2-3-1: Del Bino, Olivieri, Agrifogli, Burato (82’ Cela), Carlesi, Fedi, Bruzzi, Gialdini, Motti (52’ Faiola), Borgarello, Vitiello (70’ Zlourhi). A disp. Biagini, Mysliahaka, Riccio, Corinti, Natali, Kacorri. All. Pino Murgia
Lavagnese 1919 4-3-3: Bellussi, Labate, Salomone (62’ Cirrincione), Avellino, Fonjock, Venneri, Rolando (79’ Guarco), Di Pietro (82’ Bacigalupo), Croci, Currarino, Ghiglia. A disp. Nassano, Gallio, Vittaglio, Cafferta, Chiapperini. All. Luca Tabbiani
Reti:

Croci 39’ (LV); 51’ Vitiello (JM).
Amm.51’ Fonjock (LV); 55’ Fedi (JM); 68’ Currarino (LV)
Corner: 1(JM) 2 (LV)
Direttore di Gara: Filippo Prior di Ivrea; 1° assistente Vincenzo Blasi di Torino; 2° Assistente Sergiu Pretrica Filip di Torino.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro