Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Archivio Moro, documenti inediti e i messaggi dal mondo alla famiglia

Nel fondo ospitato al Centro documentazione "Sergio Flamigni", oltre alle 16.000 foto, anche molte carte autografe dello statista, le vignette che lui raccoglieva e le migliaia di lettere inviate alla moglie Eleonora dopo il sequestro e l'omicidio, fino al 2008 da capi di stato, leader politici, gente comune e bambini

La foto sul passaporto
Due passaporti diplomatici di Moro
Il "tesserino" di deputato all'Assemblea Costituente
Dalle carte inedite di Aldo Moro spunta anche questo documento databile tra la fine del 1976 e l'inizio del 1977. E' un dossier sulla pubblica sicurezza e su come lo Stato si prepoara a intervenire nei vari casi. Si parla anche dei rapimenti politici. Non ha intestazione ma è spillato a un biglietto di Cossiga. Tutto fa supporre che Moro lo avesse chiesto appunto all'allora ministro degli Interni
Una delle vignette di Forattini. Moro collezionava vignette e caricature che lo ritraevano
Una copertina del Settimanale con una caricatura di Moro
Alcune delle migliaia di lettere arrivate alla famiglia Moro dal 16 marzo 1978, giorno del sequestro e della strage di via Fani, poi dopo il ritrovamento del cadavere e fino al 2008. Molte erano scritte e disegnate da bambini
Una famiglia ha organizzato una raccolta di firme per esprimere la solidarietà alla famiglia Moro
Spesso le lettere venivano indirizzate alla famiglia Moro "via Fani". Ma arrivavano lo stesso
Anche il presidente del Senegal, Leopold Senghor, indirizza il messaggio in "via Fani", segno di quanto quella strada abbia segnato l'immaginario collettivo nel mondo
Eleonora Moro raccoglieva e conservava sistematicamente tutti i messsaggi che arrivavano, anche quelli di insulti. Questa l'etichetta scritta da lei su una busta
Il messaggio del presidente francese Valery Giscard d'Estaing
Il telegramma dell'ambasciatore statunitense in Italia, Richard Gardner
La lettera di Jean Claude Duvalier, "presidente a vita" della Repubblica di Haiti
Anche il presidente del Senegal, Leopold Senghor, indirizza il messaggio in "via Fani", segno di quanto quella strada abbia segnato
Archivio Moro, documenti inediti e i messaggi dal mondo alla famiglia