Quotidiani locali

Il rintocco della Risorta darà il via al 51° Corteggio storico

Tutto pronto per la festa di Prato dell'8 settembre. Dopo la consegna dei ceri la partenza della sfilata alle 19,45. Alle 22,30 la cerimonia dell'Ostensione in Duomo. I provvedimenti su viabilità e alcolici

PRATO. Conto alla rovescia per la 51esima edizione del Corteggio Storico, in programma il prossimo sabato 8 settembre. Il Gabinetto del sindaco e l'ufficio cerimoniale del Comune di Prato anche quest'anno hanno organizzato un ricco programma per celebrare la festa della città di Prato.

La consegna dei ceri. Si comincia la mattina alle ore 10 con la tradizionale cerimonia istituzionale - alla quale prenderà parte anche il sindaco Matteo Biffoni - nella Basilica della Cattedrale di Santo Stefano, dove il Gonfalone della Città con la rappresentanza comunale parteciperà al Solenne Pontificale. Successivamente, sul sacrato della Cattedrale avverrà la cerimonia della consegna dei ceri del Comune di Prato alla Cappella della Cintola.

I ceri del Comune pronti per essere...
I ceri del Comune pronti per essere consegnati alla Cappella della Cintola

Eventi collaterali. Si prosegue nel pomeriggio dove dalle 16.30 alle 18.30 in alcune piazze del centro storico si esibiranno alcuni gruppi che in serata prenderanno parte alla sfilata. Tra questi il gruppo teatrale Oplas, che si esibirà al Castello dell'Imperatore con una suggestiva coreografia, e gli sbandieratori dei gruppi Città di Viterbo e Tamburi di San Martino di Gualdo Tadino, che si esibiranno rispettivamente in Piazza San Francesco e Piazza del Comune.

Il percorso del corteggio. Alle 19.45 in Piazza del Comune prende il via la sfilata del Corteggio: Il Gonfalone del Comune di Prato, salutato dai rintocchi della campana di Palazzo Pretorio "La Risorta", uscirà da Palazzo Comunale con il Sindaco, tutte le autorità e le rappresentanze delle città gemellate. La sfilata terminerà in Piazza del Duomo dove tutti i gruppi in costume e gli ospiti della Città si schiereranno in attesa della cerimonia di Ostensione della Cintola dal pulpito di Donatello, prevista per le 22.30. La festa della città si concluderà con un suggestivo spettacolo pirotecnico-musicale, davanti alla bellezza della Cattedrale e della nostra Piazza del Duomo.

La sfilata e i gruppi storici partecipanti. Saranno circa 400 i figuranti che prenderanno parte al Corteggio. Sfileranno prima il Gonfalone della città di Prato con il Corpo dei Valletti Comunali, il Sindaco, le Autorità, le Rappresentanze dei Comuni gemellati e gli ospiti, il Gonfalone della Regione Toscana, il Gonfalone della Provincia di Prato, la Bandiera del Comitato Costitutivo della Provincia di Prato e i Gonfaloni dei Comuni partecipanti al Corteggio. Dalle "Scuole C. Guasti" seguiranno poi Gonfalone e valletti del Comune di Firenze, Sbandieratori e Musici della Signoria di Firenze, Gonfalone Comune di Pisa e Rappresentanza del Corteo delle Repubbliche Marinare, Gruppo Società della Miseria di Vernio, Gruppo Storico di Carmignano, Gruppo Storico Poggese, Compagnia dell'Aringa, Gruppo Storico di Montemurlo, Sbandieratori e Musici Città di Giove (Terni), Gruppo Tamburi di San Martino (Gualdo Tadino), Sbandieratori e Musici Città di Viterbo, Gruppo "Mamuthones" Mamoiada, Sbandieratori e Musici di Arezzo, Sbandieratori e Musici Giostra del Saracino (Arezzo), Oplas Teatro.

Itinerario. I gruppi provenienti dalle "Scuole C. Guasti" percorreranno Via Santa Caterina, Via Banchelli, Via Rinaldesca e Piazza San Francesco. Al corteo si aggiungeranno poi le autorità partite da Piazza del Comune per avviarsi in direzione Via San Bonaventura, Viale Piave, Piazza San Marco, diev verrà cinrconvallata la piazza, Via Mazzini, Via Verdi, Via Garibaldi, Via Santo Stefano, Piazza Lippi, Canto alle Tre Gore, Piazza Lippi, Canto alle Tre Gore, Via Pier Cironi, Via Magnolfi, Via Cavallotti, Via del Serraglio, Via Guizzelmi, Largo Carducci e, infine, Piazza Duomo, dove si provvederà alla sistemazione dei Gonfaloni ospiti e delle Autorità per attendere alle ore 22.30 la cerimonia di Ostensione della Sacra Cintola dal Pulpito di Donatello. Dopo il saluto alle autorità in Piazza del Duomo, il rientro alle scuole "C. Guasti" passando da Corso Mazzoni, Piazza del Comune, Via Cesare Guasti e Piazza San Domenico.

Per consentire i festeggiamenti del Corteggio sono previste modifiche temporanee alla viabilità. Varie vie del Centro storico, in particolare Piazza Duomo, piazza Lippi, viale Piave, piazza San Marco e vie limitrofe, saranno interessate da divieti di sosta e di transito.

Sicurezza: piazza del Duomo "blindata". Anche quest’anno ci sarà un solo accesso a Piazza Duomo per poter assistere al Corteggio storico, da Largo Carducci. Non si potrà entrare in piazza con zaini, borse voluminose o bottiglie di vetro. Sono consentite le bottiglie di plastica e le lattine, ma dovranno essere prive del tappo e della linguetta di apertura.

La piazza sarà divisa in tre zone distinte che non potranno comunicare tra loro. La divisione sarà realizzata con una doppia fila di transenne, all’interno delle quali potrà muoversi il personale preposto alla sicurezza e agli interventi di emergenza sanitaria. Tre i varchi per l’accesso in piazza da Largo Carducci, tutti muniti di conta persone. I primi due varchi saranno aperti fin dalle 18,30 circa. Il primo è quello che sarà allestito sull’angolo tra Largo Carducci e via Guizzelmi, dove ci sarà il punto di ingresso per la zona delle tribune, dove potranno accedere fino a un massimo di circa 1.400 persone tra posti a sedere e posti in piedi.

In piazza, fronte Duomo, ci sarà anche lo spazio dedicato alle persone con disabilità che avranno un percorso dedicato e che dovranno accedere anch'esse da largo Carducci entro le 20.30. Alla fine dello spettacolo pirotecnico questa parte del pubblico dovrà lasciare la piazza da via Magnolfi. Sull’angolo tra Largo Carducci e via Luigi Muzzi, invece, ci sarà l’accesso per i circa 600 posti in piedi sul lato della piazza dove sorge il palazzo dell’ex Stella d’Italia. In questa zona ci sarà anche un’area riservata alle autorità e agli ospiti che sfilano nel Corteggio. Per il pubblico e per le autorità l’uscita dalla piazza sarà da via Firenzuola. Dalle 22,30 circa, al termine del passaggio del Corteggio, sarà aperto il varco centrale di Largo Carducci, dal quale potranno accedere nella piazza, per assistere all’ostensione della Sacra Cintola e allo spettacolo pirotecnico, circa 2 mila persone.

Al termine della manifestazione, questa parte del pubblico dovrà lasciare la piazza passando da Corso Mazzoni. Tutto il pubblico presente in piazza potrà seguire la sfilata del Corteggio, l’ostensione della sacra Cintola e i fuochi d’artificio anche sul maxischermo, che sarà montato sull’angolo tra piazza del Duomo e Largo Carducci.

Niente bottiglie di vetro per il Corteggio e la Palla Grossa. Il sindaco Matteo Biffoni ha firmato due ordinanze per la limitazione alla somministrazione, vendita ed introduzione di alcolici in piazza Duomo in occasione del Corteggio Storico, domani sabato 8 settembre, e nel periodo che va da domenica 9 a sabato 15 settembre in piazza del Mercato Nuovo per le semifinali e la finale dell'Antico Gioco della Palla Grossa e gli eventi collegati.

In riferimento al Corteggio storico l'ordinanza impone dalle 18 di domani sabato 8 settembre, e per tutta la durata del Corteggio storico, il divieto di somministrazione e vendita di alcolici e altre bevande in bottiglie e bicchieri di vetro e lattine, con l'ulteriore prescrizione di vendere le bottiglie di plastica prive di tappo oltre al divieto di introduzione di zaini e borse di grandi dimensioni.

In riferimento all'Antico Gioco della Palla Grossa e agli eventi che si svolgono nel periodo tra  domenica 9 e sabato 15 settembre in piazza del Mercato Nuovo l'ordinanza impone agli esercizi di somministrazione che si affacciano su Piazza del Mercato Nuovo, il divieto di somministrazione e vendita di alcolici e altre bevande in bottiglie e bicchieri di vetro e lattine, con l'ulteriore prescrizione di vendere le bottiglie di plastica prive di tappo.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Prato Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro